Politica

Gli introiti delle multe destinati alla Protezione civile e agli alpini: l'idea nasce a Monza

Approvato l'emendamento presentato dall'onorevole brianzolo Massimiliano Capitanio

Protezione civile di Monza (foto d'archivio)

Gli introiti delle multe per la violazione del codice della strada potranno essere destinate per l’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature per la Protezione civile e gli alpini. L’idea nasce a Monza e diventa legge a Roma.

Ad annunciarlo l’onorevole della Lega Massimiliano Capitanio ed Elena Maccanti, capogruppo del Carroccio in Commissione Trasporti.

“L’idea è nata per caso - spiega Capitanio - durante una chiacchierata con l’assessore monzese alla Sicurezza Federico Arena. Dalle parole siamo passati ai fatti. Adesso grazie a un emendamento della Lega, i proventi delle sanzioni amministrative per violazioni del codice della strada potranno essere destinati anche all'acquisto di automezzi, mezzi e  attrezzature della Protezione civile e degli alpini”. L’emendamento è stato approvato nella giornata di lunedì 19 luglio.

Una bella notizia per i sindacai che potranno così destinare parte degli introiti provenienti dalle multe non solo alla polizia locale e provinciale, ma anche ai gruppi di Protezione civile e alpini, sempre per finalità di protezione civile di competenza comunale.

“Questo emendamento di buonsenso nasce dall'ascolto del territorio - aggiunge Capitanio - durante l'emergenza Covid i sindaci hanno spesso dovuto supportare l'azione di tanti gruppi di volontari, faticando però, spesso, a reperire i fondi necessari: questa novità renderà la collaborazione più efficace”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli introiti delle multe destinati alla Protezione civile e agli alpini: l'idea nasce a Monza

MonzaToday è in caricamento