Inchiesta "Carate Nostra", indagato Antonino Brambilla

L'ex vicepresidente della Provincia di Monza e Brianza è indagato nell'ambito dell'inchiesta che a luglio ha condotto all'arresto di sei persone. Brambilla si trova già agli arresti da gennaio

CARATE BRIANZA-  Antonino Brambilla, ex vicepresidente della Provincia di Monza e Brianza, è stato iscritto nel registro degli indagati nell'ambito dell'inchiesta "Carate Nostra". Dopo essere stato sostituito nel pomeriggio di venerdì a Palazzo Grossi dall'avvocato villasantese Cristiano Crippa (Pdl) nel ruolo di assessore provinciale al Territorio e ai Parchi, e da Fabrizio Sala (Pdl) in quello di vicepresidente dell'assemblea di via Tommaso Grossi, un'altra tegola sul capo dell'ex amministratore.  Brambilla, esperto di urbanistica, si trovava già agli arresti domiciliari per l'inchiesta che a gennaio 2012 travolse  - tra gli altri - l'ex assessore regionale Massimo Ponzoni  e Rosario Perri. Tre settimane fa Carate Nostra spalancò le porte del carcere per sei persone. L' avvocato Ivan Colciago, legale di Brambilla, ha sostenuto l'estraneità del proprio assistito,  commentando l'iscrizione nel registro degli indagati come un "atto dovuto".

INCHIESTA "CARATE NOSTRA": LE ACCUSE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento