Com. Stampa - Udc Cesano, commissariamento

La direzione provinciale: "In merito a quanto avvenuto nella sezione cittadina di Cesano Maderno, non sono questioni “personali” ma responsabilità politiche e morali che attengono a persone precise"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Monza, 1 giugno 2012


COMUNICATO STAMPA
Il partito dell’UDC è una formazione politica con regole e responsabilità chiare e precise. Nessuno al suo interno ha la possibilità di agire per vie personali. Ogni decisione è assunta dagli organismi competenti e mai per emanazione di una singola persona. Neppure dal segretario provinciale.

In merito a quanto avvenuto nella sezione cittadina di Cesano Maderno, non sono questioni “personali” ma responsabilità politiche e morali che attengono a persone precise. Nessuno nell’UDC è stato mai cacciato, ma, sempre si è chiesta la coerenza con le scelte politiche assunte e condivise da tutti coloro che avevano la responsabilità di assumerle. Così è avvenuto a Cesano. Le regole sono conosciute da tutti gli iscritti e tutti i militanti le rispettano e chiedono che vengano rispettate. Probabilmente chi è nuovo e fresco di militanza, non le conosce bene e non le vive nella loro maturità. Il commissariamento del segretario cittadino, legittimamente eletto dal congresso, non avviene per “ripicca personale”, (sarebbe assurdo) ma per la necessità di chiarimento dopo le scelte politiche avvenute, in contraddizione con quanto deciso dal partito.

La Politica è bella, ma difficile, non può mai scadere a livello di gioco. Ci sono responsabilità anche per chi, dopo aver convenuto patti e comportamenti, non mantiene la parola data. Il nostro partito continuerà con trasparenza e coerenza con i principi fondanti della nostra Politica, che contempla il rispetto delle persone, soprattutto di coloro che rivestono ruoli istituzionali. Nessuno è esente da possibili errori, ma nel caso, è nel partito che si discutono; è necessario evitare dichiarazioni controproducenti sia per il partito che per le persone che le rilasciano.
Nelle dichiarazioni del neo commissario vengono manifestati i veri sentimenti dell’UDC, che sono di unire e non di dividere, nel rispetto delle posizioni di ciascuno, ma coerenti con le scelte democratiche che si sono assunte. L’UDC in Brianza è l’unica forza politica, dei partiti storici, che aumenta i suoi consensi, conseguiti per volontà dell’elettorato, (nessun disastro) nel rispetto delle legittime scelte che localmente ogni sezione cittadina, autonomamente, ha ritenuto di operare. Il partito provinciale ha assistito le diverse sezioni locali, indicando una precisa linea politica che, la dove non è stata seguita, è documentata con scritti delle diverse sezioni, che ne
motivano concretamente la coerenza e il rispetto dell’elettorato.

Non è costume dei militanti dell’UDC perseguire interessi personali, ma tutto ciò che deriva da un risultato politico elettorale è patrimonio del partito, che ne dispone nel migliore dei modi, con l’ausilio di persone qualificate, nell’interesse superiore dei cittadini. Sarebbe buona cosa che se dovessero emergere lacune, queste vengano individuate e discusse, anziché denigrare le persone che agiscono nel solo interesse e dovere dell’UDC e degli elettori che all’UDC danno fiducia. Tutti coloro che hanno raccolto consensi elettorali hanno come responsabilità primaria il rispetto degli elettori, degli eletti e delle istituzioni. Così si comporta l’UDC, anche verso chi non riconosce all’UDC i meriti che si è conquistato sul campo.

DIREZIONE UDC PROVINCIALE

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento