Politica Lazzate

"Era il migliore di noi". La Lega ricorda Cesarino Monti

Bossi a caldo: "Mi è stato sempre vicino. L'hanno fischiato i giovani che sono entrati nella Lega quando era già tutto fatto". E Maroni su Facebook: "Leghista autentico, vero combattente"

"Cesarino Monti era il migliore di noi, mi è stato vicino fino all'ultimo. Per me è stato un vero amico, vi invito tutti a venire al suo funerale". Queste le prime parole, a caldo, di Umberto Bossi dopo la notizia della scomparsa del senatore e sindaco di Lazzate. Il leader storico della Lega era a Soncino (Cr) per un comizio. "Si vedeva che stava male, sudava e aveva difficoltà a parlare. Ma quegli stupidi dei giovani lo fischiavano, giovani che sono venuti nella Lega quando già tutto era stato fatto, quando non c'era più da andare in galera", ha proseguito.

Il segretario federale Roberto Maroni scrive invece su Facebook: "Addio Cesarino, grande sindaco, leghista autentico, vero combattente. Sei stato un esempio per tutti noi, non dimenticheremo mai". E Federico Bricolo, collega di Monti a Palazzo Madama, commenta: "Oggi abbiamo perso non solo un amico e un collega, ma soprattutto un grande uomo, che ha insegnato a tutti noi cosa significhino la determinazione, la dignità, la coerenza e la forza d'animo. Nonostante la malattia, Cesarino non è mai venuto meno ad alcuno dei suoi impegni. Anzi, è stato lui più volte, anche negli ultimi giorni, ad incitarci a non mollare e a proseguire con determinazione nelle battaglie parlamentari. Cesarino rimarrà per tutti noi un riferimento ed un esempio. Lo abbiamo sempre visto lottare come un leone per affermare le sue idee così come ha fatto nei confronti della spietata malattia che lo ha colpito. Adesso ci stringiamo con un affettuoso abbraccio alla moglie Rosi e ai figli Luca e Andrea".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Era il migliore di noi". La Lega ricorda Cesarino Monti

MonzaToday è in caricamento