Civati conferma la candidatura: "No a B, io segretario, Renzi premier"

Questa la squadra del monzese, che piace anche a Vittorio Feltri. L'occasione per parlare di futuro nel Pd gliel'ha offerta Daria Bignardi.

Feltri e Bignardi: sullo sfondo, Pippo Civati

MONZA - L'esordio è stato fulminante."Eravamo così certi di vincere che ci siamo fatti rimontare da Berlusconi". Parole e musica di Pippo Civati, neodeputato volato dal Pirellone a Roma con biglietto di sola andata. Leggi: per restarci. Alla fine, la domanda è arrivata: "Si era proposto come segretario del PD prima delle elezioni, è ancora disposto a candidarsi?". "Si". Bersani è  avvisato.

DALLA BIGNARDI -  Il monzese mercoledì sera è stato ospite della trasmissione di Daria Bignardi "Le invasioni Barbariche"  assieme a Vittorio Feltri. Tra una battuta e l'altra sulla congiuntura politica, e nonostante l'endorsement  nelle primarie proprio a favore del segretario ("C'erano alcuni punti nella proposta politica di Matteo che non mi convincevano"), Civati è tornato rottamatore a tutti gli effetti.  E ha attaccato il partito, compresa la proposta di D'Alema - giudicata "affascinante" da Feltri - di provare a instaurare un dialogo con la destra.  Senza Berlusconi, ça va sans dire.  No deciso del monzese, che sul proprio blog ha precisato il concetto: "In Italia la destra è Berlusconi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL PREMIER - E il premier? Naturalmente, Renzi. Su questo anche Civati si è detto d'accordo, con sano realismo. "Matteo è sicuramente contemporaneo - ammette - anche se non mi convincono alcune somiglianze della sua proposta con l'Agenda Monti". Insomma, promosso con riserva. Civati e Renzi, due giovani d'assalto per prendersi il Pd. Sperando che, una volta fatti fuori i "vecchi", non comincino a farsi la guerra tra loro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento