Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica Villa Reale / Via Giacomo Medici

Il Comune paga 55mila euro per il "ponte" che non verrà mai costruito

L'amministrazione ha dovuto pagare gli architetti che avevano progettato la passerella ciclopedonale di via Medici: una passerella, in realtà, mai nata

La passerella no. I soldi sì, e tanti. Il Comune di Monza ha pagato l'ultima tranche del conto presentato all'amministrazione dagli architetti che avevano progettato il "ponte" che doveva sorgere in via Medici per l'attraversamento della ferrovia della linea Milano-Chiasso. 

Per un'opera che non verrà mai realizzata, racconta "Il Cittadino", il Comune ha speso quasi 55mila euro e l'ultimo assegno staccato in questi giorni - quello per gli architetti - è di oltre 10mila euro, 10mila e 890 per l'esattezza. 

A dare un tono di assurdo alla vicenda, oltre ai costi evidentemente alti, il fatto che la passerella di via Medici non esiste e, con ogni probabilità, non esisterà. I lavori di costruzione dell'opera, che doveva servire per creare un nuovo passaggio per pedoni e ciclisti, dovevano iniziare nel 2012 e finire esattamente un anno dopo. 

Il cantiere, a onor del vero, era stato anche allestito: salvo, poi, restare praticamente inutilizzato per un anno a causa delle incomprensioni tra il Comune e la ditta che avrebbe dovuto eseguire i lavori. 

Nell'aprile 2014 era quindi arrivato lo strappo decisivo, con l'amministrazione comunale che aveva deciso di recedere il contratto con l'azienda - erano previsti interventi per circa 450mila euro -, saldando solo i costi già sostenuti. 

In questi giorni, però, quasi un anno dopo, il Comune ha dovuto saldare i conti anche con gli architetti. Morale della favola: oltre cinquantamila euro spesi per un'opera non realizzata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune paga 55mila euro per il "ponte" che non verrà mai costruito

MonzaToday è in caricamento