Amministrazione Scanagatti, tre anni di lavoro

Il bilancio dell'attività dell'aula consigliare del capoluogo brianzolo presentato dalla Presidente del consiglio comunale Donatella Paciello: 177 riunioni, presenze pari all'89% e 314 provvedimenti assunti

Il Comune di Monza

Sono state 177 le sedute del consiglio comunale che si sono tenute sotto l’amministrazione Scanagatti da tre anni a questa parte, per un totale di 314 provvedimenti assunti dall’aula dal 2012 a maggio 2015. Questi alcuni dei numeri presentati dalla Presidente del Consiglio Comunale di Monza, Donatella Paciello, nel bilancio dell’attività dell’organo politico cittadino.

Nella sua relazione la Presidente ha ribadito come con l’entrata in vigore del nuovo Regolamento si siano sensibilmente estesi i tempi dedicati alla trattazione delle delibere, in continuità con quanto rilevato già l’anno scorso. I tempi dedicati alle delibere sono arrivati a toccare il 76% del totale del tempo di durata delle sedute di Consiglio, contribuendo a segnare ulteriormente un trend positivo nel bilancio di un organo che, a detta della Presidente, “funziona bene”.

Ad oggi, infatti, la percentuale delle interrogazioni evase da sindaco e assessori competenti, con il supporto degli uffici comunali, è pari al 76% del totale, mentre la percentuale delle mozioni discusse e votate dall’aula, raggiunge il 78%. L’introduzione poi di sedute sistematiche, convocate con cadenza mensile, ha garantito un ulteriore miglioramento dei lavori dell’aula.

Nel triennio di amministrazione guidata dal sindaco Roberto Scanagatti nessuna seduta è mai andata deserta e i consiglieri hanno registrato una media totale di presenze pari all’89%. Ogni seduta del consiglio costa in media per i tra gettoni di presenza dei trentadue consiglieri e personale comunale, 2190 euro. Il singolo gettone di presenza dei consiglieri comunali ammonta a 74,70 euro. Più bassi invece i costi per le sedute di Commissione comunale dove ogni singola riunione si attesta intorno ai 643 euro.

Nel tempo sono già stati fatti sensibili passi avanti per contenere i costi della politica comunale e in particolare la scelta di anticipare di due ore della convocazione delle sedute e la creazione di un canale youtube attraverso cui trasmettere la diretta streaming dei lavori d’aula con un risparmio pari a 10 mila euro di costi annui.

La presidente ha sottolineato inoltre come alcune mozioni abbiano ottenuto l’unanimità dei consensi, “in particolar modo quelle legate al contrasto dell’evasione fiscale, ai microprogetti di arredo urbano, verde pubblico, viabilità in uno spirito di sussidiarietà”.

Per avvicinare l’organo politico comunale alla città e soprattutto ai piccoli cittadini di domani è stato pensato un progetto che partirà in autunno che prevede l’avvio di un percorso verso un consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi per coinvolgere gli studenti delle scuole monzesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento