Approvata dal consiglio regionale la legge Fossati: "Basta costruzioni sul verde"

Approvata a Palazzo Pirelli la normativa sul consumo di suolo: "Anche nel territorio di Monza e Brianza stop alle costruzioni su aree verdi e agricole"

Durante il consiglio regionale

Mercoledì sera è stata approvata in consiglio regionale la legge Fossati sul consumo di suolo.

La normativa che regolamenta le costruzioni e vuole impedire che l'edificazione coinvolga aree agricole e verdi riguarda da vicino anche la Provincia di Monza e Brianza, territorio con un alto indice medio di consumo di suolo.

"Grazie alla legge approvata dal Consiglio regionale della Lombardia anche nella nostra provincia da oggi non sarà più possibile consumare suolo agricolo” ha commentato Lino Fossati, consigliere regionale del gruppo “Maroni Presidente”.

“Nonostante l’ostruzionismo delle opposizioni – prosegue Fossati -, ieri la maggioranza, unita e compatta, dopo 20 ore di lavoro in Aula ha dato il via libera a una legge che segna un’importante svolta per il territorio. La Lombardia è infatti la prima regione in Italia ad approvare un provvedimento di questo tipo e a bloccare da subito ogni possibilità di costruire su suolo agricolo, compiendo un primo e fondamentale passo verso la previsione di azzeramento di consumo di suolo per il 2050”.

Una direzione a tutela delle aree verdi era stata imboccata anche a Monza in seguito a una variante al Pgt approvata qualche mese fa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento