"I conti in Comune", convegno organizzato da Fondazione IFEL e Anci sabato a Monza

In Villa Reale un appuntamento per spiegare la difficile situazione delle casse comunali sfiancate dai continui tagli e impegnate a non tralasciare i servizi ai cittadini

L'appuntamento per sabato 22 novembre 2014

Sabato 22 novembre a Monza è stato organizzato in collaborazione con il comune un convegno della Fondazione IFEL e Anci dal titolo "I conti in Comune".

Dal 2007 al 2014 i Comuni hanno contribuito al risanamento della finanza pubblica con 16,4 miliardi di euro, 2 miliardi solo i comuni lombardi. Gli investimenti generati dalla richiesta di opere pubbliche, beni e servizi da parte degli enti locali sono calati del 28% dal 2007 al 2012, contribuendo a mettere in ulteriore difficoltà l’economia locale, già provata dalla crisi. I Comuni rappresentano solo il 7,6% della spesa pubblica totale.

La tassazione locale, nel frattempo, per cercare di garantire ai cittadini gli stessi servizi con non pochi affanni, è aumentata molto meno della riduzione dei trasferimenti da parte dello Stato. Con questi numeri gli enti locali ogni giorno garantiscono servizi fondamentali: dagli asili all'assistenza agli anziani, ai disabili e alle nuove povertà, dal trasporto pubblico e dai servizi alle imprese, alla manutenzione delle strade e ai servizi ambientali.

Per spiegare lo stato delle casse comunali sfiancate dai tagli, quali sono e quanto costano i servizi quotidianamente erogati e cosa chiedono i Comuni allo Stato per una vera lotta agli sprechi, a norme e procedure inutili e costose, e ancora per più innovazione e per una maggiore efficienza, Fondazione IFEL e ANCI Lombardia, in collaborazione con il Comune di Monza, hanno organizzato l'incontro "I conti in Comune" durante il quale sarà illustrato un dossier di IFEL e una ricerca di IPSOS sull'opinione di sindaci e cittadini.

L’appuntamento si terrà nella Villa Reale di Monza, un bene di straordinario valore che il Comune e i soggetti istituzionali, economici e sociali del territorio, dopo un impegnativo restauro, vogliono ora utilizzare per costruire un pezzo importante del proprio futuro, puntando sulla valorizzazione del ricco patrimonio di storia, cultura e ambiente che Monza e molte città della Lombardia e dell’Italia possiedono e custodiscono.

All’incontro, condotto dal giornalista di Mediaset e di Mattino Cinque, Federico Novella, e introdotto da Stefano De Capitani, presidente Consiglio direttivo IFEL, partecipano sindaci, esponenti di governo, europarlamentari, opinionisti e ricercatori. Saranno presenti, tra gli altri: Piero Fassino, sindaco di Torino e presidente di ANCI; Pier Paolo Baretta, sottosegretario all’Economia; Massimo Garavaglia, assessore al Bilancio, Regione Lombardia; Roberto Scanagatti, sindaco di Monza e presidente di ANCI Lombardia; Paolo Arrigoni, senatore; Vinicio Peluffo e Roberto Rampi, deputati; Guido Castelli, sindaco di Ascoli Piceno e presidente Fondazione IFEL; Giorgio Gori, sindaco di Bergamo; Attilio Fontana, sindaco di Varese; Gianni Trovati, del Sole 24 ore; esponenti di Confindustria, Camera di Commercio, ANCE Assimpredil.

Al termine del confronto, tra le 12.30 e le 13.30, si terrà una tavola rotonda sulla legge di stabilità a cui partecipano e sono stati invitati Piero Fassino, presidente ANCI; Massimo Garavaglia, assessore al Bilancio di Regione Lombardia; Giuliano Pisapia, sindaco di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento