Dipendente comunale assenteista, è polemica sul reintegro dietro risarcimento

Una delibera stabilisce che la dipendente comunale assenteista verrà reintegrata con il pagamento di un risarcimento pari a 500 euro: l'assessore Montalbano contro le polemiche relative alla decisione

Faceva multe ma in realtà era a casa

“L'obiettivo non è tanto rivalersi sui dipendenti in misura superiore all’effettivo danno rilevato e subito dall’amministrazione, quanto appurare le responsabilità di presunte condotte illecite, al fine di attivare adeguate misure disciplinari, che nei casi più gravi possono anche comportare la risoluzione immediata del rapporto di lavoro”.

Con queste parole l’assessore comunale al Personale, Rosario Montalbano, ha ritenuto necessario replicare in seguito alle notizie divulgate in relazione alla vicenda della dipendente comunale assenteista pizzicata mentre fingendo di lavorare dall'ufficio, in realtà, non si muoveva nemmeno da casa e a testimoniarlo c'era la sua auto di servizio che restava sempre parcheggiata. A indagare sull'accaduto e a condurre accertamenti era stata la polizia locale e lo scorso inverno era stata avviata una indagine interna.

Chi si aspettava una punizione esemplare per un atteggiamento simile forse sarà rimasto un po' deluso perchè la dipendente, una ex vigilessa, in realtà, grazie a una delibera, dopo la sospensione dal servizio in attesa della sentenza del procedimento che la vede imputata per peculato e falso ideologico, è stata reintegrata dietro il pagamento di un risarcimento di 500 euro perchè il comune non si è costituito parte civile.

“L’esercizio dell’azione disciplinare, che in uno dei casi in esame ha già portato al licenziamento del dipendente, non è in alcun modo pregiudicato dall’atto transattivo e sarà attivato, sulla base dei fatti appurati in sede giudiziaria, al termine del procedimento penale. Ricordo infine che i casi attualmente al vaglio della magistratura sono emersi in seguito a un’indagine avviata e svolta internamente dall’amministrazione comunale" ha ribadito l'assessore Montalbano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • Natale low cost: 11 idee regalo a meno di 20 euro per gli amici e la famiglia

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento