Droga nelle scuole: i controlli sono "costati" 500 euro al grammo. Mancano i dati lombardi

L'interrogazione di Più Europa in consiglio regionale. La replica di De Corato: "Difendiamo i giovani, andiamo avanti"

Repertorio

L'interrogazione era sui costi della direttiva 'scuole sicure', un'operazione promossa dal Ministero dell'Interno per controllare e prevenire lo spaccio di droga nelle scuole italiane, ma si è finito con il confronto (e scontro) tra due differenti approcci di intervento sulle sostanze stupefacenti.

A presentare l'interrogazione, in consiglio regionale, è stato Michele Usuelli di Più Europa, che ha chiesto all'assessore alla sicurezza Riccardo De Corato i dati lombardi visto che sono noti soltanto quelli nazionali: due milioni e mezzo di euro stanziati per ottenere cinque chili tra hashish e marijuana sequestrati, impiegando più 2 mila agenti di polizia e carabinieri. 

"E' come dire che ogni grammo sequestrato è costato, allo Stato, 500 euro", ha affermato Usuelli nel suo intervento, nel quale ha chiesto il numero di scuole lombarde coinvolte e l'entità dei sequestri in Regione. Nella replica, De Corato ha ammesso di non avere ancora a disposizione questi dati, ma ha posto l'accento su ricerche scientifiche che dimostrerebbero l'elevato danno al sistema cerebrale per chi usa cannabis da giovanissimo. "Ritengo necessaria l'operazione 'scuole sicure' - ha concluso De Corato - per tutelare la salute dei nostri giovani".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La direzione antimafia, da anni, evidenzia il totale fallimento dell'azione repressiva", ha ribattuto Usuelli. E per Barbara Bonvicini, presidente di Radicali Italiani e nel direttivo di Più Europa Milano, "le operazioni di polizia nelle scuole sono pericolose perché trascinano i minori nel circuito dei tribunali e li espongono al pubblico scherno dei compagni, contribuendo a creare una sensazione di vergogna individuale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Valassina, pirata della strada travolge coppia in moto: un morto e un ferito

  • Guida ubriaco e travolge moto uccidendo donna poi abbandona auto: arrestato 30enne

  • Cesano Maderno, bimbo positivo al covid: tampone e "quarantena" per tutta la classe

  • Ombrelli sopra il centro di Monza, ecco perchè la città si è coperta di verde

  • Ubriaco travolge coppia in moto sulla Valassina poi scappa: morta donna monzese

  • Misinto, aperto al traffico un nuovo tratto della provinciale Sp 152

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento