rotate-mobile
verso il ballottaggio

Ecco chi votare al ballottagio per gli ex candidati di Monza

Le indicazioni di voti di Alberto Mariani, Sandro Belli, Carlo Chierico, Daniela Brambilla e Michele Anastasia

Il 26 giugno si avvicina. I monzesi saranno chiamati a scegliere tra il sindaco uscente Dario Allevi (sostenuto da Forza Italia, Fratelli d'Italia, Noi con Dario Allevi e Civicamente) e Paolo Pilotto (appoggiato da  Pd, Italia Viva-Psi, Europa Verde, LabMonza, Possibile, Azione con Calenda, Pilotto Sindaco Monza Attiva e Solidale, Movimento Moccia per Monza).

Al primo turno erano nove i candidati: ma mentre Paolo Piffer e Ambrogio Moccia hanno scelto di appoggiare rispettivamente Dario Allevi e Paolo Pilotto, abbiamo chiesto agli altri candidati le indicazioni di voto che daranno ai loro elettori. 

Alberto Mariani

Alberto Mariani, candidato sindaco per il Grande Nord, il 12 giugno ha raccolto 660 voti l'1,49%. "Noi siamo nati per combattere la destra e la sinistra che, a nostro parere, sono colpevoli di aver ridotto l'Italia (Monza compresa) in questa situazione disastrosa - spiega Alberto Mariani -. Ecco perché, ancora prima del ballottaggio, abbiamo deciso di non allearci con chi, a destra e a sinistra, ha portato Monza a questa situazione". Ma Mariani si spinge oltre, pur ribadendo al suo elettorato la libertà di scelta. "Io questo consiglio comunale l'ho conosciuto bene. Con loro ho lavorato, e non mi hanno mai ascoltato. Quindi non mi sento di dire votatelo. Per quanto riguarda Pilotto non condivido il suo programma e anche all'interno della sua coalizione ci sono partiti colpevoli di aver ridotto Monza in questo stato. Ma umanamente Pilotto è più credibile e sembra più sensibile ai problemi delle persone. Gli ideali non si barattano per una poltrona e noi non lo faremo mai. Mi spiace non essere entrato in consiglio comunale, ma sono felice di aver aperto gli occhi a tanti cittadini". 

Sandro Belli

La lista MonzaReale (che unisce il Popolo della Famiglia con Ancora Italia) il 12 giugno ha incassato 248 voti, lo 0,56%. "Invitiamo i nostri elettori a votare secondo coscienza - dichiara l'ex candidato sindaco Sandro Belli -. A Monza ci troviamo di fronte a un quadro politico per nulla chiaro, dove i percorsi si incrociano. Sono senza parola di fronte a certi apparentamenti e capisco perché gli elettori, in molti casi, fanno fatica a credere alla politica. Che pare essersi dimenticata di valori morali ed educativi, che sono comunque alla base della società, basando tutto su questioni materiali. Purtroppo ora si ragione più con la pancia che con il cuore". 

Carlo Chierico 

Carlo Chierico si è candidato per la Lista Civica Monza Unita. Al suo debutto in politica ha ottenuto 313 voti, lo 0,71%. Ma per il ballottaggio non si schiera. "Essendo una lista civica indipendente, nata da poco - precisa Chierico -  desideriamo proseguire il nostro percorso da indipendenti. Naturalmente invitiamo tutti coloro che ci hanno appoggiato e dato il voto a proseguire il percorso democratico, andando a votare al ballottaggio secondo coscienza e sensibilità individuale".

Daniela Brambilla

Daniela Brambilla, al debutto con Italexit, ha invece raccolto 828 preferenze, l'1,87%. Come indicazioni da Roma il partito fondato dal giornalista Gianluigi Paragone nelle città che andranno al ballottaggio non sosterrà nessuno dei due candidati. Così che anche a Monza Daniela Brambilla non appoggia nè Dario Allevi nè Paolo Pilotto. 

Michele Anastasia

Michele Anastasia è il candidato sindaco del partito 3V. A Monza 181 voti, lo 0,41%. "Prima del 12 giugno - spiega Anastasia - abbiamo deciso all'unanimità che in caso di ballottaggio sosterremo il candidato sindaco che garantirà la creazione di una commissione medica (in collaborazione con l'Ats di Monza) per valutare/raffrontare lo stato effettivo di salute dei vaccinati e dei non vaccinati"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco chi votare al ballottagio per gli ex candidati di Monza

MonzaToday è in caricamento