rotate-mobile
Elezioni comunali 2022

"Repressione delle baby gang e discoteche nelle aree dismesse": la Monza che immagina Anastasia

Il candidato sindaco di 3V ha risposto alle nostre domande: sicurezza e microcriminalità giovanile, valorizzazione del Parco e della Villa, trasporti e metropolitana e igiene urbana. Ecco i progetti e le prospettive per Monza

Monza, come tutte le grandi città, soffre del problema della microcriminalità e dello spaccio. Protagonisti sempre più spesso giovanissimi organizzati in baby gang. Come rendere Monza una città più sicura?

Il problema delle baby gang è risolvibile attraverso un coordinamento diretto con la prefettura in diretto collegamento con le varie forze dell'ordine (carabinieri polizia di stato, polizia locale). Pattuglie in borghese per la repressione immediata, pattuglie in divisa a presidiare per la prevenzione le zone più critiche negli orari specifici (stazione, centro storico, via Bergamo, zone movida...) Per quanto riguarda il problema della movida i residenti hanno il sacrosanto diritto di godersi il tempo libero senza essere disturbati. Anche i giovani devono potersi divertire, come accade nelle più grandi città d'Europa, ma in un contesto riservato e in aree adibite a tali scopi. Sarà opportuno inoltre intervenire sugli orari delle attività commerciali affinché non si creino conflitti con i residenti.  

Con la riorganizzazione della raccolta differenziata ad oggi è ancora lampante che sono necessari alcuni accorgimenti. Sono ancora tante le lamentele in merito agli orari di ritiro, alla prolungata esposizione dei rifiuti in strada e al sacco rosso troppo grande. Come intende risolvere il problema?

La gestione fin qui decisa dall'attuale amministrazione è a dir poco vergognosa. Orari incredibili di prelievo e sanzioni per i codici a barre, tutto da rifondare. Pare che l'azienda vincitrice della gara, abbia citato in giudizio l'attuale amministrazione per la richiesta di svariati danni economici. Gli arresti fatti di recente dalla Guardia di finanza ad opera di dirigenti e funzionari pubblici di diversi comuni della Brianza, preoccupano non poco.È  il segnale evidente che la mafia ha i suoi tentacoli anche qui. Il nostro compito sarà anche quello di verificare che nei contratti sia tutto in regola. Siamo per la riduzione della produzione dei rifiuti e per incentivare soluzioni e ricerche finalizzate al “rifiuti zero". Siamo per una economia circolare. I rifiuti organici, sfalci e potature, i reflui urbani e degli allevamenti devono diventare fonte energetica primaria per la produzione di biogas, creando economia circolare, energia sostenibile e posti di lavoro. Inoltre promuoviamo la valorizzazione e gli incentivi economici e professionali per chi promuove buone pratiche che permetteranno miglioramenti dell’efficienza e del risparmio di risorse pubbliche..

La metropolitana a Monza finalmente arriverà: sia la M1 sia la M5. Come cambierà la città? Ma i cantieri porteranno grandi disagi ai residenti e ai commercianti. Memore di quanto accaduto durante il cantiere del tunnel di Viale Lombardia come intende salvaguardare cittadini e commercianti, questi ultimi che rischiano serie ripercussioni dopo aver già subito i danni della pandemia?

Per Monza sarà un grande vantaggio l'arrivo delle metropolitane. Sarà necessario controllare costantemente l'avanzamento dei lavori affinchè non ci siano sperperi di denaro. Sarà necessario prevedere anche grandi parcheggi auto sotterranei, per chi arriverà da fuori Monza. Le famiglie residenti nelle zone interessate dai lavori avranno sicuramente notevoli disagi, ma saranno ricompensate dal vantaggioso incremento del valore degli immobili. Per le attività commerciali che subiranno perdite economiche, l'amministrazione dovrà assolutamente sostenerle economicamente. Non dobbiamo dimenticare che la piccola e media impresa rappresenta il volano della città.

Villa Reale e Parco di Monza: due gioielli che possono diventare attrattivi. Qual è il suo progetto di rilancio della Reggia e del Parco: aperti anche ai grandi eventi (sia concerti sia feste private), o solo attività “minori” ma per tutti.

Per segnare il cambio di passo e guardare al futuro con fiducia, oltre al tragico momento storico attuale, vogliamo realizzare nella splendida cornice del nostro parco, un grande "polo" di forte richiamo turistico/culturale (sala riunioni, teatro/biblioteca) e creare un Hyde Park  (tipo l'Hyde Park corner di Londra)  con all'interno la creazione di un simbolo planetario riferito alla non violenza sulla base di un "contest" che verrà aperto alle realtà artistiche locali. Per quanto riguarda concerti e eventi importanti, saranno i cittadini consultati che decideranno a maggioranza, nel rispetto della flora e della fauna del nostro favoloso Parco.

Ambientalisti e animalisti sono due bacini di elettorato molto sensibili e importanti. Quali sono i suoi impegni a difesa dell’ambiente e degli animali a Monza?

Siamo per la tutela dell’ambiente, del territorio e delle forme di vita in esso presenti. Contrasto al consumo del suolo e agli inceneritori. Ma anche tutela del benessere degli animali (non solo domestici), porre fine alla sperimentazione animale e a tutte le pratiche crudeli, alla pesca e agli allevamenti intensivi sia per scopi alimentari sia per ricavarne pellicce e accessori. Tutela del patrimonio arboreo, aiuole, verde pubblico nella prospettiva di valorizzarlo e non sacrificarlo per cementificazione o all’implementazione di tecnologie. Le aree dismesse (a Monza sono diverse....)  devono ritornare verdi. Si possono anche  valorizzare in favore dei giovani con la creazione di discoteche: è a loro che occorre rivolgere molte attenzioni  Monza non deve invecchiare ma deve essere una città attrattiva un punto di riferimento come Milano per tutti i  giovani lombardi.

Il primo obiettivo da realizzare entro i 100 giorni dalla sua elezione e il suo grande sogno per Monza che vorrebbe veder trasformato in progetto.

Istituire una commissione medico scientifica (CMS) che analizzi i dati sanitari in riferimento alla salute dei cittadini vaccinati e non vaccinati per stabilire l'effettivo stato di salute e l'efficienza dei vaccini. 

----------------------------------------------------------

I 9 candidati sindaco a Monza

Sono 9 i candidati alla poltrona di primo cittadino a Monza: 8 uomini e una donna. Alcuni già navigati della politica: il sindaco uscente Dario Allevi che con la sua coalizione di centro destra (Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia e Noi con Dario Allevi)  tenta così di sfatare la "maledizione" monzese che ad oggi non hai visto un candidato bissare la rielezione e Paolo Pilotto una lunga carriera in consiglio comunale e provinciale e che è sostenuto da un'ampia coalizione di centrosinistra (Pd, Azione Calenda, Italia Viva, MonzAttiva, Possibile, Lab Monza, Psi, Europa Verde). Ma in campo scenderanno anche Paolo Piffer (Civicamente) lunga esperienza in consiglio comunale nei banchi dell'opposizione; Alberto Mariani (Grande Nord) che dopo trent'anni di militanza nel Carroccio con il quale era entrato in consiglio comunale nel 2018 ha abbandonato. Nuovi invece all'aula e alla politica monzese Sandro Belli (Popolo della Famiglia e Ancora), Carlo Chierico (Lista civica Monza Unita); Daniela Brambilla (Italexit), Ambrogio Moccia (Movimento Moccia per Monza) con una parentesi politica in consiglio comunale una ventina di anni fa, e Michele Anastasia (3V). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Repressione delle baby gang e discoteche nelle aree dismesse": la Monza che immagina Anastasia

MonzaToday è in caricamento