rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Elezioni comunali 2022

Elezioni a Monza, sarà ballottaggio tra Allevi e Pilotto

Appuntamento alle urne il prossimo 26 giugno: a sfidarsi il sindaco uscente Allevi (47,12%) e il candidato del centrosinistra Pilotto (40,08%)

Monza non ha ancora il nome del nuovo sindaco. Nessuna vittoria al primo turno. I monzesi torneranno a votare il prossimo 26 giugno e sarà ballottaggio tra i due cendidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti: il sindaco uscente Dario Allevi, candidato del centrodestra, che ha collezionato 20.891 preferenze (47,12%) dei voti e l'uomo del centrosinistra, Paolo Pilotto che ha ottenuto 17.767 voti, pari al 40,08%. 

Netto lo stacco con gli altri sette candidati in corsa per la fascia tricolore nel capoluogo brianzolo. Paolo Piffer, Civicamente Monza, si è fermato al 5,78%con 2.562 preferenze. I voti destinati agli altri candidati sono i seguenti: 1,99% (883) ad Ambrogio Moccia, 1,87% a Daniela Brambilla (Italexit) con 828 preferenze, 1,49% ad Alberto Mariani (660). Non superano l'1% Carlo Chierico (0,71% - 313 voti), 0,56% Sandro Belli e 0,41% Michele Anastasia.

Lo scrutinio - LA DIRETTA

Ore 23.10 - Sono state scrutinate 34.452 schede su 45.902 (75.06%). In testa il sindaco uscente Dario Allevi che ha collezionato fino ad ora 14.032 voti con una percentuale parziale pari al 47.48%. Il candidato di centrosinistra, Paolo Pilotto, invece ha raccolto al momento 11.723 preferenze, pari al 39.66% dei voti. E' fermo al 5.94% Paolo Piffer che per ora conta su 1.756 voti. "Non sarò il prossimo Sindaco della città, è ufficiale" ha commentato a caldo Paolo Piffer, candidato di Civicamente, affidando a un post sui social il suo pensiero. "Ho perso e basta. Il gruppo meritava un risultato sicuramente più generoso. Non smetterò certo ora di essere sincero con voi, sono deluso e arrabbiato". 

Ore 21 - In comune a Monza è arrivato anche il candidato sindaco di centrosinistra, Paolo Pilotto. Una stretta di mano, prima di entrare in sala stampa probabilmente con l'appuntamento al prossimo 26 giugno quando i monzesi torneranno a votare perchè il ballottaggio è sempre più una ipotesi reale mano a mano che lo scrutinio procede. 

"Stiamo andando al ballottaggio - ha dichiarato Paolo Pilotto -. Dimostrazione che una parte di cittadini ha votato per il centro sinistra, ma anche per gli altri candidati sindaci. Malgrado da settimane il centro destra aveva dichiarato che avrebbero vinto al primo turno. E ampiamente". "Il ballottaggio è la dimostrazione che i bisogni della maggioranza dei cittadini non sono dimostrati dalla maggioranza uscente", ha aggiunto.

Adesso la campagna elettorale prosegue, ma anche il tentativo di raccogliere i voti. "Di chi non è andato a votare, non perché ha accompagnato il figlio o la madre al mare, ma perché credono che la politica sia sempre uguale a se stessa, ma in realtà le condizioni sono diverse". L'ago della bilancia sarà sicuramente Paolo Piffer (Civicamente) che ha superato ampiamente le più rosee aspettative. "Lo aspetto. Ci sono solo distinguo su partito e movimento, ma non tanto sul programma". 

ballottaggio allevi pilotto-2

Ore 20 - Poco dopo le 20 è arrivato in comune il sindaco di Monza, Dario Allevi, candidato del centrodestra. "Di ufficioso so che si va al ballottaggio con un eccellente vantaggio" ha detto Allevi rispondendo alle domande dei giornalisti presenti in sala stampa. La sfida sarà dunque, stando ai risultati giunti fino ad ora, con il candidato del centrosinistra Paolo Pilotto. "Si tratta di circa 9 punti percentuali" ha specificato. "Un risultato molto molto importante. Speravamo di chiudere la partita oggi ma quando ho avuto stanotte il dato sull'affluenza sono andato a dormire sapendo che era quasi impossibile". Allevi si è detto "fiducioso" e "contento". Al momento sono state scrutinate 34 sezioni su 110 con un totale di 13.317 schede su 45.901 (29.01%).

Ore 18.12 - Scrutinio ancora a rilento a Monza. A più di quattro ore dall'inizio delle operazioni di spoglio delle schede elettorali infatti in municipio sono pervenuti i risultati relativi solo a 10 sezioni su 110 con 3.893 schede su 45.901. E poco prima delle 18.30 le sezioni scrutinate erano ancora solo 5. E uno dei motivi della lentezza dell'attività di scrutinio sarebbe la contestazione in corso presso alcuni seggi di alcuni voti. A spiegare quanto sta accadendo - un ritardo che ha definito "insolito" per la città di Monza - è stato Egidio Longoni, ex assessore della giunta Scanagatti e vice segretario generale di Anci Lombardia, membro del comitato elettorale di Paolo Pilotto, candidato sindaco del centrosinistra.

"Abbiamo un ritardo nello scrutinio che è una cosa un po' rara a Monza: dopo quattro ore dall'aprtura delle urne i dati arrivano a rilento in sede, all'ufficio stampa del comune" ha dichiarato a MonzaToday. "Noi con i nostri rappresentanti di lista stiamo verificando quello che sta succedendo nei vari seggi e pare che ci siano parecchie contestazioni da entrambe le parti. Aspettiamo: ancora il risultato non dà un trend sufficiente per fare delle valutazioni politiche a livello ufficiale". 

Ore 17.40 - Prosegue a rilento lo spoglio e a singhiozzi arrivano i primi, parziali, dati. Al momento sono 6 su 110 le sezioni scrutinate. E' testa a testa tra Dario Allevi, candidato di centrodestra (47,99%) e Paolo Pilotto, centrosinistra, (38,11%). Segue all'8% Paolo Piffer di Civicamente. Lontani i dati degli sei candidati, nessuno al momento supera il 2%. In comune intanto cominciano ad arrivare alcuni candidati consiglieri. "Sono primissimi risultati. Pochi formali, molti informali: sembrerebbe che si vada al ballottaggio che era il nostro obiettivo. Poi con quale distacco lo vedremo" ha detto Carlo Abbà, candidato al consiglio comunale per la lista MonzAttiva. 

Ore 16 - Si preannuncia un testa a testa Allevi-Pilotto: 44.21% per il sindaco uscente e 40.06% per lo sfidante di centrosinistra Paolo Pilotto. Mariani è fermo allo 0.30%, Moccia all'1,19%, Bello allo 0,30% così come Carlo Chierico, percentuale ancora nulla per Michele Anastasia di 3V, 2.97 % per Daniela Brambilla di ItalExit e 10.670% per Paolo Piffer, candidato di Civicamente.

Ore 14 - In comune, a Monza, ha aperto la sala stampa. Le sezioni elettorali a Monza sono 110 e i primi dati parziali sono arrivati solo dopo le 16 quando è stato completato lo spoglio di una sezione.

I nove candidati

Candidati sindaci monza 2022-2

In nove ad aspirare alla poltrona di primo cittadino di Monza.

Ecco di seguito tutti i candidati sindaci per lo scranno di primo cittadino della terza città della Lombardia: il sindaco uscente Dario Allevi con la coalizione di centro destra (Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia e Noi con Dario Allevi)  tenta così di sfatare la "maledizione" monzese che ad oggi non hai visto un candidato bissare la rielezione, Paolo Pilotto una lunga carriera in consiglio comunale e provinciale e che è sostenuto da un'ampia coalizione di centro sinistra (Pd, Azione Calenda, Italia Viva, MonzAttiva, Possibile, Lab Monza, Psi, Europa Verde), Paolo Piffer (Civicamente) lunga esperienza in consiglio comunale nei banchi dell'opposizione, Alberto Mariani (Grande Nord) che dopo trent'anni di militanza nel Carroccio con il quale era entrato in consiglio comunale nel 2018 ha cambiato bandiera, Sandro Belli (Lista civica MonzaReale che riunisce Popolo della Famiglia e Ancora), Carlo Chierico (Lista civica Monza Unita); Daniela Brambilla (Italexit); Ambrogio Moccia (Movimento Moccia per Monza) con una parentesi politica in consiglio comunale una ventina di anni fa, e Michele Anastasia (3V). 

QUI TUTTE LE LISTE E I NOMI DEI CANDIDATI

Quanti monzesi sono andati a votare

A Monza per le elezioni amministrative di domenica 12 giugno si è presentato alle urne per scegliere il nuovo sindaco il 46,80% degli aventi diritto. E' questo il dato fiinale all'affluenza ufficializzato dalla prefettura nella nottata con la rilevazione effettuata alle 23, a seggi chiusi. In totale sono stati 45.902 gli elettori che si sono presentati alle urne per le comunali, meno della metà degli aventi diritto. Il dato relativo alla percentuale è più basso rispetto a quello di cinque anni fa quando per eleggere il nuovo sindaco aveva votato il 51,88% dei cittadini.

Per le elezioni amministrative a Monza i cittadini aventi diritto al voto risultano 98.073: 46.920 maschi e femmine 51.153 (il dato comprende anche gli elettori iscritti all'AIRE, le liste aggiunte Comunitari e della Provincia di Bolzano). 

Referendum, i risultati a Monza

Il quorum sui referendum non è stato raggiunto, neanche sfiorato: a Monza l'affluenza finale è stata del di poco superiore al 42%. Un dato più alto rispetto agli altri comuni brianzoli, complice probabilmente l'election day che ha chiamato alle urne i cittadini anche per le amministrative. 

Il quesito sull'incandidabilità dopo una condanna ha raccolto il 51,30% di No, mentre quello sulla limitazione delle misure cautelari ha portato a casa il 51,16% di voti favorevoli. Segue il 70,80% di sì per il referendum sulla separazione delle funzioni dei magistrati e il 68,83% di voti favoreli per la domanda sui membri laici nei consigli giudiziari. Il quesito sulle elezioni dei componenti togati del consiglio superiore della magistratura è invece arrivato al 69,07% di sì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Monza, sarà ballottaggio tra Allevi e Pilotto

MonzaToday è in caricamento