rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
l'intervista

Pilotto: "Si va al ballottaggio perché questa maggioranza non ha risposto ai bisogni dei cittadini"

L'appello al voto e la chiamata al dialogo con Paolo Piffer

Una stretta di mano, prima di entrare in sala stampa. Con l'appuntamento al prossimo 26 giugno quando i monzesi sceglieranno il loro sindaco. Una stretta di mano leale quella tra Dario Allevi e Paolo Pilotto, prima che il candidato del centro sinistra incontrasse i giornalisti in sala stampa. 

"Stiamo andando al ballottaggio - ha dichiarato Paolo Pilotto -. Dimostrazione che una parte di cittadini ha votato per il centro sinistra, ma anche per gli altri candidati sindaci. Malgrado da settimane il centro destra aveva dichiarato che avrebbero vinto al primo turno. E ampiamente". Ma i monzesi saranno chiamati nuovamente il voto: tra due settimane dovranno scegliere se confermare la fiducia a Dario Allevi, oppure confermare la tradizione del "cambio" scegliendo Paolo Pilotto. "Il ballottaggio è la dimostrazione che i bisogni della maggioranza dei cittadini non sono dimostrati dalla maggioranza uscente", ha aggiunto.

Adesso la campagna elettorale prosegue, ma anche il tentativo di raccogliere i voti. "Di chi non è andato a votare, non perché ha accompagnato il figlio o la madre al mare, ma perché credono che la politica sia sempre uguale a se stessa, ma in realtà le condizioni sono diverse". L'ago della bilancia sarà sicuramente Paolo Piffer (Civicamente) che ha superato ampiamente le più rosee aspettative. "Lo aspetto. Ci sono solo distinguo su partito e movimento, ma non tanto sul programma". 

Intanto si ritorna sul campo. "A parlare con i cittadini di programmi, proposte e idee", ha aggiunto il candidato di centro sinistra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pilotto: "Si va al ballottaggio perché questa maggioranza non ha risposto ai bisogni dei cittadini"

MonzaToday è in caricamento