rotate-mobile
Elezioni

Monza perde il primo candidato: ecco chi fa un passo indietro

La corsa adesso resta tra nove candidati alla poltrona di primo cittadino

Clamoroso dietrofront: il Movimento 5 Stelle si ritira dalla corsa elettorale di Monza. Il Movimento non correrà alle amministrative di Monza del 12 giugno. La città di Tedolinda perde uno dei 10 candidati sindaci per lo scranno di primo cittadino. 

"Il Movimento 5 Stelle a Monza ha scritto pagine importanti della storia della nostra città negli ultimi dieci anni - si legge nella nota diffusa nella tarda mattinata di martedì 3 maggio -. Dalla difesa dei beni comuni come l’acqua pubblica alla valorizzazione della Villa Reale e del Parco, passando per il controllo del corretto utilizzo dei soldi pubblici nella gestione dei servizi essenziali come i rifiuti. Siamo orgogliosi della nostra storia ma siamo anche consapevoli di dover costruire una proposta politica ancora più credibile e che possa essere pienamente apprezzata dall’elettorato monzese. Questo percorso di rinnovamento richiede tempo ed energie e non può certo realizzarsi nell’arco di una campagna elettorale.  Ecco perché abbiamo deciso di fare, oggi, un passo indietro. A malincuore, è vero, abbiamo rinunciato alla corsa elettorale ma non credeteci rassegnati. Ci prepareremo rigenerati e intenzionati a fare tutti quei passi che ci vedranno più competitivi. Questo è il nostro spirito da qui al prossimo futuro".

Viene perciò ritirata la candidatura di Elisabetta Bardone, scelta dai grillini monzesi per le elezioni di tarda primavera. La candidatura di Elisabetta Bardone era stata ufficializzata a metà marzo. Cittadina tra i cittadini, Elisabetta Bardone, 47 anni, due figli adolescenti, da anni è molto attenta e sensibile alle problematiche della città. In particolare quelle che riguardano il rispetto dell'ambiente e il consumo del suolo. Due lauree, una vita dedicata al lavoro, alla famiglia e all'attività politica con un occhio sempre attento al green, pur non considerandosi un'ambientalista integralista. Ma a un mese e mezzo dalle elezioni il Movimento 5 Stelle fa un passo indietro. 

"Negli ultimi giorni i vertici del Movimento ci hanno chiesto di aprire una riflessione sull’opportunità di proseguire il cammino verso le prossime elezioni amministrative - si legge nella nota -. Ci è stato chiesto di valutare se non sia più costruttivo, in questo momento, dedicare le nostre energie alla realizzazione di un rinnovato percorso che possa portare, in prospettiva, ad allargare sempre di più la partecipazione attiva dei cittadini di Monza alla gestione del bene pubblico. Fin dall’inizio abbiamo abbracciato il nuovo corso del Movimento 5 Stelle 2050 voluto dal presidente Conte. Si tratta di una sfida affascinante, ambiziosa e impegnativa, che richiede a tutti noi Attivisti del Movimento maggiori sforzi per intercettare i bisogni dei cittadini, interagire positivamente con i rappresentanti delle associazioni locali e dei comitati, aprire le porte del Movimento stesso a tutti coloro che hanno apprezzato l’operato del nostro presidente Conte e intendano impegnarsi insieme a noi in un percorso politico fondato sul rispetto della persona, la giustizia sociale, la transizione ecologica e digitale, la legalità e l’etica pubblica.

Sono quindi 9 i candidati alla poltrona di primo cittadino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monza perde il primo candidato: ecco chi fa un passo indietro

MonzaToday è in caricamento