Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Elezioni

Elezioni in Brianza, 10 comuni al voto: i nuovi sindaci eletti

Al voto Arcore, Biassono, Briosco, Desio, Limbiate, Seveso, Varedo, Vedano al Lambro, Verano Brianza e Vimercate

Alle 15 si sono chiusi i seggi. A Monza e Brianza nei dieci comuni al voto si è presentato alle urne il 51,11% degli elettori. Un dato in calo rispetto alla precedente tornata elettorale in cui la cifra si attestava sul 58,78%. 

In Brianza si è votato ad Arcore, Seveso, Desio, Limbiate e Vimercate (comuni sopra i 15mila abitanti) e a Biassono, Briosco, Varedo, Vedano al Lambro e Verano Brianza (<15mila abitanti). L'eventuale turno di ballottaggio si terrà domenica 17 e lunedì 18 ottobre 2021. 

Il primo sindaco a Vedano

Marco Merlini è il nuovo sindaco di Vedano al Lambro. Dopo neanche un'ora di scrutini è stato eletto il nuovo sindaco di Vedano al Lambro: Marco Merlini (medico e a capo di una coalizione di centrodestra) ha superato con il 55,88% dei voti l'avversario Pietro Rossi (44,12%), già vicesindaco e assessore al Commercio della giunta uscente di centro sinistra guidata da Renato Meregalli. Sono stati 1.843 i voti andati a Merlini, 1.455 le preferenze espresse per lo sfidante.

"Grazie. Dall'emozione non riesco a dire altro - è il primo commento del neo eletto -. Un pensiero riconoscente va ai cittadini di buona volontà, soprattutto anziani, che nonostante il tempo inclemente, si sono recati alle urne dando prova di determinazione. 
Del resto il vento del cambiamento soffiava impetuoso da tempo. Abbiamo saputo intercettarlo al meglio con coerenza e proposte serie. Ultima, ma non ultima, la mia squadra che mi ha spinto in alto supportandomi sempre.  Ecco. Sono commosso e se abbiamo vinto il primo merito è il vostro".

Biassono, confermato Casiraghi

Luciano Casiraghi è stato eletto (di nuovo) sindaco di Biassono. Secondo mandato per il primo cittadino brianzolo che dopo i cinque anni di amministrazione si è presentato alle urne per la riconferma. Sostenuto dalla Lega Casiraghi ha vinto contro i candidati Angela Galbiati che correva con la lista di centrosinistra Biassono Civica, Francesco Romeo sostenuto dalla lista Biassono Risorge e Alessandro Bianchi (Biassono nel cuore). Casiraghi ha ottenuto 2492 voti (43,32%), Angela Galbiati 2275 voti (39,55%), Alessandro Bianchi 813 voti (14,13%) e Francesco Romeo 172 voti (1,99%). 

Briosco, Verbicaro sindaco

Antonio Verbicaro è il nuovo sindaco di Briosco. A poco più di tre ore dalla chiusura dei seggi e dall'inizio dello spoglio elettorale Briosco aveva già il nome del nuovo primo cittadino. L'ex ispettore capo della Questura di Lecco si è ricandidato dopo la fine prematura del mandato e ha vinto contro la candidata Vera Dell'Oro, già assessore all'Istruzione e alla Cultura con l'amministrazione Casati. A Verbicaro sono amdati il 54,46% dei voti (1.686) contro 45,54% delle preferenze della Dell'Oro (1.410 voti).

A sostenere l'elezione di Antonio Verbicaro, 60 anni, la Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e la lista Ripartiamo Insieme. La candidatura della professoressa di storia dell'Arte, 37 anni, era invece appoggiata dalla lista Dell'Oro Sindaco. 

Varedo, Vergani rieletto

Filippo Vergani è stato eletto di nuovo sindaco di Varedo. Secondo mandato per il primo cittadino sostenuto dalla coalizione di centrodestra. Cinquantasei anni, originario di Monza, sposato, padre di due figli. Diplomato in lingue, agente di commercio. Consigliere d’opposizione dal 1997 al 2011, siede tra i banchi della maggioranza, in qualità di capogruppo, dal maggio del  2011. E’ stato segretario della locale sezione della Lega Nord dal 2008 al 2012, anno in cui è entrato a far parte del Direttivo Provinciale di Monza e Brianza del movimento. Vestirà la fascia tricolore per il secondo mandato.

Vergani è stato riconfermato, staccando i candidati sfidanti Hector Dario Rodriguez, 44 anni, candidato sindaco per il Movimento Cinque Stelle, Sandro Vitiello per la lista Sìamo Varedo e Davide Marton per Varedo per tutti.

Verano Brianza, Consonni nuovo sindaco

Samuele Consonni, 49 anni, è il nuovo sindaco di Verano Brianza. Già vicesindaco e assessori ai Lavori pubblici, Consonni succede il primo cittadino Massimiliano Chiolo giunto a termine di mandato. Consonni ha ottenuto il 49,56% delle preferenze con 1.911 voti. 

A sfidare Consonni Alberto Ratti candidato del centrodestra e il pentastellato Maurizio Borgonovo, già membro del consiglio comunale. A sostegno della candidatura di Consonni c'era la lista civica Vivi Verano, per Ratti la lista Ratti Sindaco mentre Borgonovo è il candidato del Movimento Cinque Stelle. Ratti si è fermato a 1.685 voti (43,70%) mentre 260 (6,74%) le preferenze andate a Borgonovo.

A Limbiate il bis di Romeo è da record

Un risultato che è sicuramente un record. Antonio Romeo è stato riconfermato sindaco di Limbiate con il 71,27% delle preferenze. Netto il distacco da Giancarlo Brunato (centrosinistra) che si è fermato al 19,72%, e da Mario De Giorgio (Movimento 5 Stelle)  al 9,01%. 

I comuni al ballottaggio

A Vimercate sarà ballottaggio. I cittadini torneranno a votare domenica 17 e lunedì 18 ottobre per scegliere chi tra i due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti guiderà il comune brianzolo. A sfidarsi saranno il candidato del centrosinistra Francesco Cereda, 34 anni, e l'uomo del centrodestra, Giovanni Sala, 62 anni. Si è fermato invece il tentativo di un secondo mandato dell'ex primo cittadino Francesco Sartini (Movimento Cinque Stelle) sostenuto da una coalizione di liste civiche.

Sfida a due anche ad Arcore dove si tornerà alle urne per il ballottaggio. In corsa ci saranno il candidato di centrodestra, l'avvocato Maurizio Bono, e la sfidante del centrosinistra Paola Palma. Il centrodestra tenta la riconquista di Villa Borromeo. I due candidati hanno staccato Monguzzi, il candidato del Movimento Cinque Stelle. Bono ha ottenuto il 45.58% dei voti (3328 preferenze) contro le 2.812 (38.51%) della Palma. Luca Monguzzi (M5S) invece si è fermato al 15,91%. 

Ballottaggio anche a Desio tra Simone Gargiulo (centrodestra) ha ottenuto 6.353 voti (39,91%) e Jennifer Moro (centrosinistra) ha raccolto 5.843 preferenze (36,71%). Netto il distacco da Stefano Motta con 2.532 voti (15,91%), da Denis Luigi Franzini 608 voti (3,82%), e da Guido Meda con 582 voti (3,66%). 

Si torna a votare anche a Seveso. Sarà ballottaggio tra Alessia Borroni (centrodestra) che ha ottenuto 3.923 voti (47,86%), e Gianluigi Malerba (centrosinistra) che ha raccolto 2.655 voti (32,39%). Non ce l'ha fatta invece l'ex primo cittadino dimissionario Luca Allievi (1.338 voti, il 16,32%) e nulla di fatto anche per il grillino Massimiliano Albericci (281 voti, 3,43%).. 

Affluenza

Poco più della metà degli aventi diritto si sono presentati alle urne in Brianza per eleggere i nuovi sindaci. Il dato complessivo dell'affluenza è stato pari al 51,11% in calo rispetto alla precedente tornata elettorale quando si era attestato al 58,78%. Tra i comuni dove il dato è stato più alto Briosco (61%) e Biassono (58%). 

affluenza-2

Come si vota alle elezioni comunali

Per votare alle elezioni comunali bisogna presentarsi al proprio seggio (la sezione è indicata sulla scheda elettorale) con un documento di identità valido e, appunto, la scheda elettorale. Per votare (almeno il 3 e 4 ottobre) non sarà necessario il green pass. La cosa cambierà per il secondo turno: a partire dal 15 ottobre, invece, il green pass sarà obbligatorio per tutti i lavoratori e i componenti del seggio - in quanto assimilati ai dipendenti pubblici - dovranno essere in possesso del certificato verde.

Come si vota nei comuni sotto ai 15mila abitanti

Nei comuni sotto ai 15mila abitanti l'elezione del sindaco e del consiglio comunale è diretta e non è previsto alcun ballottaggio (salvo parità di preferenze).

Si esprime la propria preferenza tracciando un segno sul candidato sindaco o sulla lista collegata al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che sulla lista collegata al medesimo candidato sindaco: in ogni caso il voto viene attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco collegato.

Nei comuni fino a 5mila abitanti si può esprimere una sola preferenza mentre nei comuni con popolazione superiore a 5mila abitanti è possibile indicare fino a due preferenze. In questo caso, tuttavia, devono riguardare una candidata di genere femminile ed un candidato di genere maschile (o viceversa), pena l’annullamento della seconda preferenza. È eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti. Solo in caso di parità di voti tra due candidati si tornerà a votare per questi ultimi il 17 e 18 ottobre. 

Come si vota nei comuni sopra ai 15mila abitanti

Nei comuni con più di 15mila abitanti è eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno). Se nessun candidato raggiunge tale soglia gli elettori torneranno alle urne domenica e lunedì 18 ottobre per il ballottaggio a cui parteciperanno i due candidati più votati.

Nei comuni con più di 15mila abitanti (quindi Arcore, Desio, Seveso, Limbiate, Vimercate) si può votare in diversi modi:

  • si può tracciare un segno solo sul candidato sindaco; in questo caso il voto viene attribuito solo al candidato sindaco;
  • si può tracciare un segno solo su una delle liste collegate al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che su una delle liste collegate al medesimo candidato sindaco: in entrambi i casi il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista di candidati consiglieri;
  • esprimere il voto disgiunto, tracciando un segno sul candidato sindaco ed un altro segno su una lista non collegata: in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni in Brianza, 10 comuni al voto: i nuovi sindaci eletti

MonzaToday è in caricamento