menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Umberto Bossi batte un "cinque" a Marco Mariani (foto Antonio Piemontese)

Umberto Bossi batte un "cinque" a Marco Mariani (foto Antonio Piemontese)

Bossi e Calderoli sbarrano la strada all'alleanza. Ma Mariani spera ancora

I vertici leghisti chiudono le porte, ma il primo cittadino prende tempo. "Non ci sono stati problemi politici, nessuna preclusione". Trecento militanti alla "Fiaccolata per la libertà"

Il centrodestra a Monza non ha ancora un candidato. Dal comizio lumbard coi vertici nazionali del partito le indicazioni sono state chiare: la Lega va da sola, senza se e senza ma. L'intervento dei due leader Bossi e Calderoli in piazza Duomo è stato tutto un susseguirsi di inni alla secessione, ma soprattutto di critiche al Governo e a Berlusconi che lo sostiene.  Non siamo ai livelli del '98, quando la Padania titolava sul "mafioso di Arcore", ma la piazza reclama, e nè il dentista di Bergamo nè il segretario si fanno pregare. "Berlusconi è come Mussolini ha tuonato Bossi.

Ma il sindaco Marco Mariani sembra credere ancora in una mediazione. «Non vorremmo correre da soli. Ne ho parlato con lui, politicamente non abbiamo avuto problemi col Pdl in città - dice -  C'è stata una delibera  del consiglio federale che dice che l'alleanza non si fa, è vero. Scripta manent, però non ci sono motivazioni politiche locali. Il fatto è che Monza sta entrando in ambito nazionale e il Pdl appoggia governo per noi abusivo. Una deroga? Non è questione chiedere deroghe, ma problemi non ne abbiamo mai avuti con gli azzurri e se avete seguito la vita politica lo sapete".  Anche il sindaco di Lesmo, il deputato leghista Marco Desiderati si è detto possibilista a microfoni spenti.

SI vedrà. L'unica indicazione della serata è che se candidato comune sarà,  è Mariani il prescelto. "La Lega il candidato ce l'ha già da tempo - afferma  il primo cittadino, riferendosi ovviamente a se stesso - ma non possiamo impedire agli altri di cercare il proprio. Lunedì io comincio la campagna elettorale, i tempi sono scaduti".

C'è tempo anche per due parole sul PGT. "Saremo corretti, ho stima dell'assessore all'Urbanistica Clerici, non tendo agguati e le vigliaccate le lascio agli altri. Sul PGT saremo presenti e leali, Clerici non merita quello che altra gente sta facendo a me".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento