rotate-mobile
Elezioni Comunali 2012

PGT: decade la variante urbanistica Mariani - Romani

I numeri non bastano all'esecutivo uscente per portare a casa la manovra firmata dal fedelissimo di Berlusconi Paolo Romani

La variante al Piano di Governo del Territorio a firma Mariani-Romani è decaduta. La parola fine su una vicenda che si trascina da mesi è stata messa stamattina. I numeri non sono bastati all'esecutivo uscente per portare a casa il documento firmato dall'ex ministro Paolo Romani e su cui gravano accuse di favorire la famiglia Berlusconi. La Regione aveva bocciato a febbraio il piano, lamentando un eccessivo consumo di suolo e il mancato recupero delle aree dismesse. Ma anche la commissione urbanistica la settimana scorsa aveva negato il via libera con l'astensione della Lega: cioè, del partito del sindaco Marco Mariani. Resta quindi in vigore il piano del 2007 che porta la firma di Alfredo Viganò. La maggioranza ha convocato due consigli comunali per martedì  e mercoledì, in cui tenterà in extremis di trovare una via per approvare un'altra versione del documento: versione che a questo punto, però, porterebbe la firma esclusiva dell'assessore al Territorio con delega all'Urbanistica e al Pgt  Silverio Clerici

LE REAZIONI - "La variante non c'è più, una buona notizia per i cittadini monzesi - commenta Roberto Scanagatti, candidato del centrosinistra alle elezioni primarie - Saranno ora i cittadini a decidere del proprio futuro il 6 maggio. La scelta andrà fatta pensando bene alle tematiche ambientali, e confrontando due visioni molto differenti".

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PGT: decade la variante urbanistica Mariani - Romani

MonzaToday è in caricamento