Maurizio Brioschi corre per Unione Italiana/Forza Lombarda

Monzese classe 1953, per 3 anni ha ricoperto il ruolo di consigliere comunale. Punti focali del programma l'urbanistica, la lotta al traffico e l'edilizia

Maurizio Brioschi (al centro nella foto VR)

MONZA - Sarà Francesco Maurizio Brioschi a rappresentare la lista di centro-destra Unione Italiana-Forza Lombarda nelle prossime elezioni amministrative del 6 maggio. La presentazione ufficiale del candidato è avvenuta oggi, alle 11, nella sede di via Manzoni. Brioschi, monzese classe 1953, per 3 anni ha ricoperto il ruolo di consigliere comunale, esprimendo però più volte perplessità sull'operato della giunta monzese.

Dubbi e disaccordi lo hanno spinto a distaccarsi dal Pdl e creare, assieme ad Alessandro Scotti il gruppo Forza Lombardia. Recente invece il progetto di formare una lista politica con Unione Italiana, un giovane partito distaccatosi da Forza Italia e guidata dall'imprenditore Gianfranco Liprandi. "Il nostro intento - ha dichiarato il candidato - è quello di creare un'Amministrazione di persone competenti e qualificate, che sappiano cosa fare e che riescano a risolvere al meglio le problematiche della città. I punti focali del nostro programma sono relativi ai problemi dell'urbanistica, del traffico e soprattutto dell'edilizia. Siamo contrari al consumo del territorio senza motivi validi. Il nostro è un progetto attuale e realistico che vuole rimediare alle azioni compiute da questa Amministrazione". Idee espresse in modo razionale e preciso, che hanno richiamato però anche qualche polemica. "Trovo questa Amministrazione inadeguata, ha commesso una serie di errori. Ha tolto i parcheggi per creare grandi aree pedonali poco utili. Ha reso il centro storico un cantiere a cielo aperto. Ha bloccato il traffico cittadino e in alcuni casi anche quello pedonale".

Fiero del proprio candidato anche Gianfranco Liprandi, fondatore di UI. "Brioschi ha gli strumenti giusti per operare al meglio, è una persona con esperienza, competenza e soprattutto concretezza. Monza oggi si deve raffrontare con problemi di disoccupazione, lavoro e stipendi che non bastano. Noi siamo imprenditori. Sappiamo come amministrare al meglio la città, permettendo una ripresa della crescita e un aumento del Pil". Una candidatura che all'interno della lista mette tutti d'accordo, ma che non può non far riflettere sul ritardo con cui è arrivata. Se da un lato infatti i capigruppo rivendicano l'alto numero di potenziali candidati, dall'altro non sono mancati i sorrisi sulla possibilità che la lista possa aver atteso le mosse del Pdl. E al ballottaggio? "Decideremo sulla base dei programmi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento