Elezioni comunali 2016, la guida al voto nei comuni in Brianza

Otto i comuni che domenica 5 giugno andranno alle urne per eleggere il nuovo sindaco e il consiglio comunale. Dove, come e per chi si vota

Sono otto i comuni della provincia di Monza e Brianza che domenica 5 giugno andranno al voto per eleggere il nuovo primo cittadino e i componenti del consiglio comunale.

Le urne saranno aperte soltanto nella giornata di domenica dalle 7 alle 23. 

In Brianza voteranno i cittadini di Arcore dove è attualmente in carica dal 2011 il primo cittadino, ancora candidato, Rosalba Colombo, gli abitanti di Biassono dove il sindaco uscente è il leghista Pietro Malegori e ancora i cittadini di Desio amministrati fino ad oggi dal sindaco del Pd Roberto Corti, di nuovo in lizza per le elezioni. 

Al voto anche Limbiate con il candidato sindaco uscente Raffaele De Luca, Varedo dove la città sarà chiamata a rinnovare l'amministrazione dopo la guida di Diego Marzorati, Vedano al Lambro dove torna in corsa il primo cittadino uscente Renato Meregalli, Verano Brianza che dovrà scegliere un nuovo sindaco dopo Renato Casati e Vimercate.

Degli otto comuni chiamati alle urne in Brianza Arcore, Desio, Limbiate e Vimercate sono sopra i 15mila abitanti e, nel caso in cui al primo turno non venga raggiunta la maggioranza assoluta di voti per uno dei candidati, è previsto il doppio turno con il ballottaggio tra i due candidati più votati. La data dell'eventuale ballottaggio è fissata per domenica 19 giugno. 

COME VOTARE - Possono votare i cittadini iscritti nelle liste elettorali, che abbiano compiuto il 18° anno di età entro il giorno fissato per le consultazioni (5 giugno compreso). Nei comuni sotto i 15mila abitanti si vota con una sola scheda per eleggere sia il sindaco che i consiglieri comunali e votare per un candidato sindaco significa anche scegliere la lista che lo appoggia.

Nei comuni sopra i 15mila abitanti si può tracciare un segno solo sul candidato sindaco e in questo caso il voto viene attribuito solo al candidato sindaco, tracciare un segno solo su una delle liste collegate al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che su una delle liste collegate al medesimo candidato sindaco e in entrambi i casi il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista di candidati consiglieri oppure esprimere il voto disgiunto tracciando un segno sul candidato sindaco ed un altro segno su una lista non collegata. In questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata. 

In tutti i comuni (senza limitazioni riguardo al numero di abitanti) si può anche - se si traccia una croce su un simbolo - scrivere il cognome di uno o due candidati di quella lista al consiglio comunale. Se due, devono essere di genere diverso quindi un uomo e donna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

Torna su
MonzaToday è in caricamento