menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tanti gli indecisi, ancora di più chi non voterà

Tanti gli indecisi, ancora di più chi non voterà

Sondaggio affluenza: per Mentana 18% incerto, 25% non vota

Questi i soli numeri che è possibile fornire a due giorni dalle elezioni. Si tratta di cifre diffuse dal giornalista in mattinata: nel nostro sondaggio, basato solo sui vostri clic, rischia di non andare alle urne il 21%.

MONZA - Il 25% non va a votare, il 18% è incerto sul partito a cui dare il voto: sono tutti qua i numeri che è possibile dare a due giorni dalle elezioni. Si tratta di dati che è possibile diffondere, perché non riguardano le percentuali dei singoli partiti, ma ugualmente interessanti. I numeri li ha dati Enrico Mentana in un tweet, non citando la fonte, e precisando che si tratta di rilevazioni molto incerte. Nel sondaggio che abbiamo pubblicato su Monza Today, effettuato senza un campione scientifico ma solo in base ai clic, i risultati non sono molto diversi: andrà sicuramente alle urne solo il 79% degli aventi diritto.

IL FATIDICO 18% - La partita sta tutta nel 18% che, secondo Mentana, deciderà nelle ultime ore (per non dire dentro la cabina elettorale) a chi accordare la propria preferenza. Saranno decisive le ultime mosse  dei leader, prima della pausa di riflessione che scatta sabato. Inutile dire  che il 18% è la preda a cui mirano tutti: nel pentolone ci sono sicuramente i delusi da Giannino per la vicenda del falso master (più vicini al centrodestra o a Monti, ma che in quanto tali potrebbero essere intercettati da Grillo); ma anche, ad esempio,  i "poveri"  indecisi tra la restituzione dell'IMU promessa da Berlusconi e l'abolizione del ticket per le visite specialistiche promessa da Bersani.

AFFLUENZA - Proprio il Movimento 5 Stelle potrebbe essere il meno danneggiato da un'affluenza in discesa, perché - come emerso dalle scorse tornate elettorali, è riuscito a portare alle urne una fetta di elettorato che prima non votava. Se la vittoria del centrosinistra alla Camera sembra scontata, gli scenari possibili  al Senato sono invece molteplici: tra questi,  anche quello che Monti non riesca a raggiungere la soglia dell'8%, necessaria per partecipare all'assegnazione dei seggi a Palazzo Madama.  Un'ipotesi, quest'ultima, che  in caso il centrosinistra non riuscisse ad avere la maggioranza assoluta, porterebbe quasi sicuramente a una crisi immediata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento