Bellusco, consigliere leghista dà una testata a un 13enne in strada. Lui: "Aggredito io per primo"

Scoppia il caso nel centro brianzolo. Protagonista un politico molto conosciuto: è stato anche candidato sindaco del centrodestra

Indagano i carabinieri

Insulti razzisti a un 13enne italiano di origini straniere, poi la testata che ha procurato la frattura al setto nasale. Infine, calci e altri insulti a due amici coetanei del ragazzino. E' successo a Bellusco, in via Adamello, e la cosa ha già provocato un piccolo terremoto politico perché il protagonista è il 66enne Fernando Biella, capogruppo della Lega in consiglio comunale, già candidato sindaco. Va subito detto che l'interessato ha smentito la ricostruzione finora emersa, e i carabinieri sono al lavoro per ricostruire l'esatta dinamica.

Biella è stato comunque denunciato dai genitori del 13enne. Tutto è iniziato (su questo vi è certezza) con alcuni petardi fatti scoppiare dal gruppetto di giovanissimi in strada e anche in qualche giardino. Il politico della Lega è sceso in strada a protestare e lamentarsi per il rumore e ne è nato un parapiglia verbale, con alcuni testimoni oculari che assistevano.

La versione dei giovani è appunto quella degli insulti ricevuti, ma anche della testata sul naso e dei calci. Di sicuro i sanitari del 118, intervenuti sul posto, hanno portato in ospedale il 13enne con il setto nasale rotto. Biella lamenta di essere stato aggredito fisicamente per primo, dopo essere uscito a protestare, e aggiunge che il lancio dei petardi va avanti dal 31 dicembre. Riferisce inoltre di essere stato medicato a sua volta al pronto soccorso per una ferita alla gamba e di essersi già rivolto, in passato, alle forze dell'ordine.

Dal canto loro, i genitori dei ragazzi hanno replicato che "quello che in tutta questa storia non ci sta è l'uso della violenza, efferata e feroce, di un adulto nei confronti di un 13enne". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

Torna su
MonzaToday è in caricamento