Firme false alle Regionali 2010, depositata la sentenza contro Formigoni

Le controparti dei radicali Cappato e Lipparini condannate a pagare le spese processuali di 15mile euro

Marco Cappato

MONZA - Il Tribunale di Milano ha depositato mercoledì il dispositivo della sentenza  che dichiara false 723 firme prodotte a sostegno della lista Formigoni per le elezioni regionali in Lombardia nel 2010. Le controparti dei querelanti, i radicali Marco Cappato e Lorenzo Lipparini.  sono state condannate a pagare 15mila euro di spese processuali.Si tratta di un numero di firme false tale da invalidare la presentazione a suo tempo della Lista Regionale per la Lombardia che sosteneva la candidatura dell’ex presidente della Giunta Regionale Lombarda Roberto Formigoni.

Seccati Cappato e Lipparini. "L'Italia è il paese dell'impunità e dell'antidemocrazia: Formigoni doveva andare a casa per la truffa elettorale senza la quale nel 2010 non avrebbe potuto nemmeno essere candidato, e invece è in Senato che si appresta a votare il nuovo capo dello Stato". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento