Politica villa reale

Forum Mondiale della Cultura, la Lega: "Deve restare a Monza"

Il gruppo della Lega in Consiglio Regionale annuncia di dare battaglia perchè il Forum Unesco resti a Monza e non sia spostato a Firenze e non sia un favore fatto dal Governo al sindaco della città Renzi

Al cambio di programma in corsa la Lega non ci sta.

Il Forum Mondiale della Cultura che doveva avere come location Monza, come è stato per le due passate edizioni, secondo il Carroccio non potrà essere a Firenze come vorrebbe invece il decreto Bray.

Una linea dura quella dettata dal gruppo leghista in Consiglio Regionale che, attraverso il suo rappresentante, Massimiliano Romeo, annuncia battaglia già dalla seduta di martedì 24 settembre perché si tratta di un “vero e proprio scippo del governo centrale nei confronti della Lombardia”.

A dare l’allarme e attaccare il governo ci aveva già pensato l’assessore alla Cultura in Regione, Cristina Cappellini, che aveva criticato l’emendamento passato in sordina al decreto Bray dove si menziona “il Forum che si terrà a Firenze”.

A infiammare gli animi il mancato rispetto di accordi che rappresentano anche opportunità di investimento per la Regione che vedrebbe così 40 milioni di euro volare in Toscana.

Ma a insinuarsi tra quanti non vedono di buon occhio il cambio di programma è anche il dubbio che l’emendamento possa essere un favore che l’esecutivo faccia al sindaco di Firenze, Matteo Renzi, per la Lega “segretario in pectore del PD”, conclude Romeo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forum Mondiale della Cultura, la Lega: "Deve restare a Monza"

MonzaToday è in caricamento