Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

Doppio colpo basso per Monza nella legge di Stabilità

Non c'è più traccia nel testo dell'emendamento che avrebbe destinato al capoluogo brianzolo fondi per ospitare il Forum Unesco nel 2015: solo settimana scorsa non era passato l'emendamento che avrebbe consentito a Regione Lombardia di entrare nella proprietà dell'Autodromo

Niente Autodromo e niente Forum Unesco.

L'approvazione della legge di Stabilità riserva un doppio colpo basso alla città di Monza.

La scorsa settimana era stato bocciato l'emendamento che avrebbe consentito a Regione Lombardia, con una defiscalizzazione pari a circa venti milioni di euro, di entrare nella proprietà dell'Autodromo per rilanciare gli investimenti necessari a garantire la sopravvivenza del Gran Premio anche dopo il 2016.

E dopo l'Autodromo è toccato al Forum Unesco.

"Il Governo ci dica al più presto che fine ha fatto l'emendamento sul finanziamento del Forum dell'Unesco di Monza del 2015" ha reso noto l'assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia, Cristina Cappellini.

Nel testo definitivo approvato in Senato infatti pare non esserci traccia dei fondi destinati a sovvenzionare l'appuntamento culturale nell'anno dell'Esposizione Universale.

"Vorremmo sbagliarci ma pare proprio che non ce ne sia più traccia nel testo della Legge di Stabilità approvata la scorsa notte dal Senato" ha sottolineato ancora l'assessore Cappellini.

Il dietrofront rispetto agli impegni assunti dai ministri nei confronti del territorio brianzolo non è andato giù nemmeno all'assessore alla Casa, Housing sociale, Expo e internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala.

"La Legge di Stabilità non solo penalizza Monza e il suo Autodromo, mettendo a rischio il futuro del Gran Premio di Formula 1 ma toglie alla città e ai lombardi un evento internazionale di grande rilevanza proprio nell'anno dell'Esposizione Universale" ha dichiarato Sala.

"Non è pensabile - ha continuato l'assessore - che gli impegni presi da ministri del governo siano poi smentiti dalle decisioni del premier. La Villa Reale di Monza è stata scelta come sede di rappresentanza per Expo 2015: il governo invece di valorizzare le eccellenze presenti sul territorio della Brianza approfittando della presenza di delegati provenienti da tutto il mondo cosa fa? Cancella l'evento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppio colpo basso per Monza nella legge di Stabilità

MonzaToday è in caricamento