Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

I giovani di Fli: "Inutile l'una tantum di 1000 euro"

Secondo il leader giovanile di Fli Brianza, Cogoni, sarebbe meglio favorire ("come in altre città, tra cui Torino") mutui a tasso agevolato "in accordo con le banche locali"

I giovani di Futuro e Libertà denunciano quello che, a loro dire, è un vero e proprio spreco di risorse pubbliche del comune di Monza.

Si riferiscono ai mille euro "una tantum" destinati ai giovani che intendono acquistare o affittare la prima casa, un beneficio riservato a 48 persone. "Un appartamento in affitto a Monza costa mediamente 20 euro/mq, in vendita costa mediamente 2.822 euro/mq - scrive in una nota Alessandro Cogoni, responsabile giovanile brianzolo di Fli - ed emerge con chiarezza l’inadeguatezza di un aiuto che, vista la sua esiguità, appare più come un affronto verso chi si sobbarca mutui ventennali".

Continua Cogoni: "La soluzione sarebbe elementare se vivessimo in un contesto socio-politico coerente: razionalizzare la spesa pubblica. Visto che questa ipotesi appare quantomeno utopistica, noi giovani di Futuro e Libertà vogliamo dare un suggerimento: mutui a tassi agevolati per i giovani, come già avviene in molte città (su tutte Torino) grazie ad accordi tra il Comune e le banche del territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I giovani di Fli: "Inutile l'una tantum di 1000 euro"

MonzaToday è in caricamento