Politica

Lombardia, ecco la nuova giunta: fuori tre assessori, tra cui Gallera. Tutti i nomi

L'ufficialità a mezzogiorno di venerdì con l'annuncio di Fontana. Entra la Moratti

E' il giorno dell'ufficialità: Letizia Moratti, ex sindaco di Milano dal 2006 al 2011, diventa assessore regionale al welfare al posto del compagno di partito (Forza Italia) Giulio Gallera e assume anche la carica di vice presidente della giunta, in sostituzione di un altro "azzurro", il brianzolo Fabrizio Sala. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la frase di Gallera (molto criticata e non sopportata neppure dall'alleato leghista) sui medici che, nel weekend successivo a Capdanno, non erano stati fatti rientrare dalle ferie per somministrare qualche vaccino anti Covid in più. L'uscita (infelice) ha portato la Lega a prendere in mano la situazione e operare quel cambio in giunta che, a novembre, era già stato preventivato ma poi era saltato.

L'annuncio ufficiale è arrivato a mezzogiorno di venerdì da parte del presidente della Lombardia Attilio Fontana, con circa mezza giornata di ritardo rispetto agli annunci. La trattativa più intensa è stata proprio con Gallera, a cui la Lega aveva offerto un posto da sottosegretario, mentre lui avrebbe voluto restare in giunta. Risultato: Gallera rimane senza ruoli e torna a fare il consigliere regionale, riprendendo il suo scranno temporaneamente occupato dal già sottosegretario (confermato) Alan Rizzi.

La nuova giunta della Lombardia

Ecco i nomi della nuova giunta. Come da previsione, all'ex vice presidente Sala vengono date deleghe "compensative" in più. Alla cultura resta Galli. Locatelli, che sostituisce Piani, prende anche le deleghe alla disabilità. Guidesi si occuperà di sviluppo economico al posto di Mattinzoli, che acquisisce le deleghe alla casa (altro tema "caldo" in Lombardia) prima "appannaggio" di Bolognini. Questi si occuperà di sviluppo dell'area metropolitana milanese. 

  • Letizia Moratti - vice presidente, welfare
  • Fabrizo Sala - istruzione, università, ricerca, innovazione, semplificazione
  • Stefano Bruno Galli - autonomie, cultura
  • Fabio Rolfi - agricoltura, alimentazione, sistemi verdi
  • Raffaele Cattaneo - ambiente, clima
  • Davide Caparini - bilancio, finanze
  • Massimo Sertori - enti locali, montagna, piccoli comuni
  • Claudia Maria Terzi - infrastrutture, trasporti, mobilità sostenibile
  • Melania Rizzoli - formazione, lavoro
  • Alessandra Locatelli - famiglia, solidarietà sociale, disabilità, pari opportunità
  • Stefano Bolognini - sviluppo della città metropolitana, giovani, comunicazine
  • Lara Magoni - turismo, marketing territoriale, moda
  • Riccardo De Corato - sicurezza, polizia locale
  • Pietro Foroni - territorio, protezione civile
  • Guido Guidesi - sviluppo economico
  • Alessandro Mattinzoli - casa, housing sociale

I quattro sottosegretari: Antonio Rossi (alla presidenza), Fabrizio Turba, Alan Rizzi, Marco Alparone.

Fontana: "Gallera stanco dopo intenso lavoro ultimi mesi"

"E' stato un lavoro molto intenso - ha detto Fontana -, dedicato all'ascolto di idee, progetti e critiche per assumere importanti decisioni che riguardano il futuro della Regione, immettendo nuove e fresche forze per permettere alla Regione di ricominciare a correre. Il punto di riferimento è la ripartenza della Lombardia, la Regioone che deve contribuire a trascinare l'intero sistema Paese. Ringrazio i tre assessori che hanno lavorato negli ultimi tre anni, e hanno messo a disposizione impegno e capacità. Hanno dimostrato grande voglia e impegno: Silvia Piani, Martina Cambiaghi e Giulio Gallera. Quest'ultimo ha svolto un lavoro pesante negli ultimi mesi, era particolarmente stanco e ha accettato l'avvicendamento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lombardia, ecco la nuova giunta: fuori tre assessori, tra cui Gallera. Tutti i nomi

MonzaToday è in caricamento