Politica Vimercate / Piazza Unità d'Italia

Incentivi ai dipendenti, Vimercate non li chiederà indietro

Il comune, dopo il ricalcolo che stima a 400mila euro il dovuto, promette: "Non chiederemo la restituzione"

Per cinque anni i dipendenti del comune di Vimercate hanno percepito premi di produzione che però il comune non avrebbe dovuto erogare. Dal 2005 al 2010. Ora la vicenda si è chiusa con una decisione che "salva" i dipendenti: non dovranno restituire il denaro. La cosa riguardava circa 170 persone, come riporta "Il Giorno", tra cui anche qualcuno che, nel frattempo, si è pensionato.

All'inizio sembrava che il comune avrebbe chiesto indietro i soldi. Di qui le proteste, sia dei dipendenti sia dei sindacati. La cifra in realtà era stata di gran lunga sovrastimata, si parlava di quasi due milioni e mezzo di euro: moltissimo perché l'amministrazione vi rinunciasse. Ma poi il ricalcolo: meno di 400 mila euro in tutto. E a quel punto il sindaco Paolo Brambilla ha deciso di non proseguire nella richiesta di restituzione.

Ma non è proprio finita qui. Perché forse il comune sceglierà anche di non erogare alcun incentivo fino al 2015, in modo da "recuperare" parte dei soldi in altro modo. Cosa, questa, che ai sindacati non piace.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incentivi ai dipendenti, Vimercate non li chiederà indietro

MonzaToday è in caricamento