Manovre di disostruzione pediatrica, ora c'è una legge

Il consiglio regionale della Lombardia ha approvato la legge "Primo soccorso pediatrico" che punta a diffondere il più possibile le tecniche di soccorso salva-vita

Una dimostrazione di manovra salva-vita (Foto da Facebook, Marco Squicciarini)

La Lombardia ora ha una legge che punta a diffondere nelle scuole corsi per l'apprendimento di manovre salva-vita e formare i personale per intervenire in caso di necessità.

Il consiglio regionale lombardo martedì ha approvato il provvedimento "Primo Soccorso Pediatrico", rielaborando gli stimoli sulla necessità di una iniziativa regionale di fronte ai numeri allarmanti di morti precoci di bambini soffocati o in arresto cardiaco provenienti dall'associazione monzese Salvagente.

"Mesi di duro lavoro, audizioni, contrasti ma alla fine è legge. Con il determinante contributo di Salvagente la Lombardia approva la legge che rende obbligatorie le manovre per tutti i centri, scuole, asili che hanno a che fare con bambini" commentano dall'associazione.

Il progetto di legge era approdato in Regione in estate grazie al capogruppo della Lega Nord Massimiliano Romeo che aveva sottolineato come, prima in qualità di padre e poi come politico, fosse convinto dell'importanza della normativa per salvaguardare i bambini.

Il voto in consiglio regionale ha visto favorevole il centrodestra e il centrosinistra mentre si sono astenuti i Cinque Stelle. 

Il testo rende obbligatorio per tutte le strutture, sanitarie o educative, che si occupano di minori, corsi formativi sulle tecniche salvavita e sulle manovre di disostruzione pediatrica. 

“Con questa legge si va a risolvere un problema grave perché purtroppo ad oggi la maggioranza degli insegnanti e degli educatori non conosce queste semplici manovre. A ciò va sommato che non vi è tra i cittadini la capacità di intervenire in presenza di queste emergenze, nonostante le manovre corrette da effettuare siano estremamente semplici e riuscirebbero a risolvere la situazione nel 98% dei casi. Non si tratta di un argomento di poco rilievo perché allo stato dell’arte, in Italia, ogni anno circa 50 bambini per ostruzione delle vie aeree a causa di un mancato pronto intervento" ha commentato Fabio Rolfi, relatore e vice capogruppo della Lega Nord. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfazione per il risultato ottenuto è stata espressa anche dall'assessore alla Salute di Regione Lombardia Mantovani che ha dichiarato: "Un provvedimento che rappresenta un innovativo strumento per evitare possibili eventi acuti ed essere informati e formati sui principi di base per la rianimazione e la disostruzione delle alte vie aeree in età neonatale e pediatrica". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento