Crisi e licenziamenti, la lettera del Presidente della Provincia Allevi a Letta

In seguito alle vicende che hanno riguardato la Micron, la Bames e Sem, la Carrier e tante altre aziende brianzole che stanno attuando piani di licenziamento Allevi ha scritto al Presidente del Consiglio

Il presidente della Provincia Dario Allevi

Martedì è stata la volta dei dipendenti di Bames e Sem che fuori dai cancelli della sede della provincia di Monza e Brianza hanno protestato contro i licenziamenti imminenti previsti dall’azienda e mercoledì, a pochi passi dal palazzo di Confindustria, a gridare la loro rabbia saranno i lavoratori della multinazionale americana Micron.

Ma ad appendere ai cancelli di via Grossi i cartelloni della loro delusione erano stati anche i dipendenti della Carrier di Villasanta che manifestavano contro la chiusura e la dismissione del sito produttivo prevista per giugno.

Davanti a questo desolante panorama di realtà produttive che abbandonano il territorio brianzolo il presidente della Provincia di Monza e Brianza, Dario Allevi, ha fatto il punto sulla grave crisi occupazionale del territorio in una lettera indirizzata al Presidente del Consiglio Letta e al ministro per lo Sviluppo Economico Zanonato oltre che al governatore lombardo Maroni.

“Inutile dire – si legge in un passaggio della missiva di Allevi - che ci opponiamo con forza a queste modalità per fronteggiare le crisi aziendali. Crediamo fermamente nella tutela e nel sostegno all’occupazione che costituisce insieme patrimonio professionale e di conoscenza per le aziende e quindi ricchezza per il territorio e per l’intero sistema Paese”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ciò è possibile – prosegue il Presidente - solo utilizzando strumenti alternativi ai licenziamenti e attuando politiche attive del lavoro e di riqualificazione, nonché avviando azioni che possono sostenere le competenze già presenti e che hanno fatto la storia del cosiddetto miracolo italiano”. ”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento