Vimercate, la visita di Renzi riporta in primo piano anche la questione metropolitana

Consegnata a Matteo Renzi in visita nella cittadina brianzola la lettera che cinque sindaci del territorio invieranno a Maroni

Il premier Renzi a Vimercate

Tutti la vogliono, tutti la chiedono e nessuno, oltre a Milano, ce l'ha.

Alla ribalta c'è ancora la questione metropolitana e il sindaco di Vimercate, Paolo Brambilla, ha approfittato della visita del premier Matteo Renzi di giovedì per anticipargli la questione e parlargli direttamente della lettere che insieme a quattro sindaci del territorio interessati al progetto del prolungamento della M2 invierà al Presidente della Regione Lombardia.

L'incontro con il Presidente del Consiglio è stata "un’ottima opportunità per riportare l’attenzione delle istituzioni sul progetto che da troppo tempo giace nei cassetti di Regione Lombardia e del Ministero dei Trasporti" spiegano dall'amministrazione comunale.

E' stato proprio il premier Renzi a ricevere in anteprima la lettera che i cinque sindaci delle città interessate dalla tratta spediranno al governatore lombardo Maroni nei prossimi giorni.

Nella missiva i primi cittadini chiedono “la convocazione urgente di un tavolo con i soggetti interessati per riavviare i lavori e riportare in agenda questo importante progetto, inserendolo anche nell’aggiornamento del Piano Territoriale Regionale del 2014 allegato al Documento di Economia e Finanza regionale".

Insieme a Paolo Brambilla a firmare la lettera "per realizzare un’opera necessaria e ormai, davvero urgentissima” sono stati anche i primi cittadini di Brugherio, Agrate Brianza, Carugate e Concorezzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Matteo Renzi, alla guida del semestre europeo, parla di sviluppo e di rilancio dell’Italia e dell’Europa, abbiamo un’occasione quasi unica che è nostro dovere non lasciarci sfuggire, di attivare un lavoro di rete che ci permetta di andare a ricercare fonti di finanziamento nazionali ed europee per cofinanziare l’opera per la parte a carico dei comuni. Ma questo può avvenire solo se le quote a carico di Stato e Regione non resteranno una pura chimera e se Regione Lombardia si farà promotrice in prima persona di questo progetto, strategico per il futuro del territorio brianzolo e lombardo così come per Expo 2015” ha spiegato il sindaco Brambilla che ha sottolineato anche che il collegamento avrebbe sviluppi positi sull'attrattibilità dei territori in termini di investimenti e una fermata in prossimità dell'Energy Park e della sede di Alcatel Lucent, visitata giovedì dal primo ministro, aumenterebbe la visibilità del sito. .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento