Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica Vimercate

Vimercate, la visita di Renzi riporta in primo piano anche la questione metropolitana

Consegnata a Matteo Renzi in visita nella cittadina brianzola la lettera che cinque sindaci del territorio invieranno a Maroni

Tutti la vogliono, tutti la chiedono e nessuno, oltre a Milano, ce l'ha.

Alla ribalta c'è ancora la questione metropolitana e il sindaco di Vimercate, Paolo Brambilla, ha approfittato della visita del premier Matteo Renzi di giovedì per anticipargli la questione e parlargli direttamente della lettere che insieme a quattro sindaci del territorio interessati al progetto del prolungamento della M2 invierà al Presidente della Regione Lombardia.

L'incontro con il Presidente del Consiglio è stata "un’ottima opportunità per riportare l’attenzione delle istituzioni sul progetto che da troppo tempo giace nei cassetti di Regione Lombardia e del Ministero dei Trasporti" spiegano dall'amministrazione comunale.

E' stato proprio il premier Renzi a ricevere in anteprima la lettera che i cinque sindaci delle città interessate dalla tratta spediranno al governatore lombardo Maroni nei prossimi giorni.

Nella missiva i primi cittadini chiedono “la convocazione urgente di un tavolo con i soggetti interessati per riavviare i lavori e riportare in agenda questo importante progetto, inserendolo anche nell’aggiornamento del Piano Territoriale Regionale del 2014 allegato al Documento di Economia e Finanza regionale".

Insieme a Paolo Brambilla a firmare la lettera "per realizzare un’opera necessaria e ormai, davvero urgentissima” sono stati anche i primi cittadini di Brugherio, Agrate Brianza, Carugate e Concorezzo.

“Matteo Renzi, alla guida del semestre europeo, parla di sviluppo e di rilancio dell’Italia e dell’Europa, abbiamo un’occasione quasi unica che è nostro dovere non lasciarci sfuggire, di attivare un lavoro di rete che ci permetta di andare a ricercare fonti di finanziamento nazionali ed europee per cofinanziare l’opera per la parte a carico dei comuni. Ma questo può avvenire solo se le quote a carico di Stato e Regione non resteranno una pura chimera e se Regione Lombardia si farà promotrice in prima persona di questo progetto, strategico per il futuro del territorio brianzolo e lombardo così come per Expo 2015” ha spiegato il sindaco Brambilla che ha sottolineato anche che il collegamento avrebbe sviluppi positi sull'attrattibilità dei territori in termini di investimenti e una fermata in prossimità dell'Energy Park e della sede di Alcatel Lucent, visitata giovedì dal primo ministro, aumenterebbe la visibilità del sito. .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vimercate, la visita di Renzi riporta in primo piano anche la questione metropolitana

MonzaToday è in caricamento