Politica Limbiate

Limbiate, il baratto dell'accoglienza: il sindaco chiede spazi per l'emergenza abitativa

A Limbiate nella zona di Mombello la Provincia ha ceduto i propri uffici, ormai vuoti, per allestire un mini hub per i profughi in arrivo: il sindaco De Luca chiede in cambio locali provinciali per i cittadini in difficoltà

Arriveranno e saranno di più dei numeri stimati a inizio dicembre “poiché la metratura e il buon funzionamento della struttura lo possono permettere”.

Il sindaco della città di Limbiate Raffaele De Luca ha ricevuto dal Presidente della Provincia di Monza e Brianza Gigi Ponti mercoledì comunicazione ufficiale della decisione presa in merito all’allestimento negli ex uffici provinciali di Mombello di un mini hub per l’accoglienza di cittadini stranieri richiedenti asilo.

“Anche se l'ultimo numero comunicatoci è superiore a quello previsto prima di Natale presso la comunità di Montebello – commenta il Sindaco Raffaele De Luca – abbiamo accordato la nostra disponibilità all'accoglienza, perché la riteniamo ancora un'accoglienza sostenibile, visto che gli spazi della Provincia sembrano essere più idonei e considerate altresì le garanzie di controllo e di sicurezza che abbiamo avuto da Prefettura e Provincia”.

Nei 570 metri quadrati messi a disposizione gratuitamente dall’ente provinciale arriveranno 30/50 persone alla volta e si fermeranno per un massimo di 30 giorni, il tempo necessario agli adempimenti burocratici, alla visite sanitarie e a un primo screening. La decisione non aveva trovato tutti concordi sulla soluzione adottata e le prime perplessità fortemente critiche erano state sollevate dal consigliere Andrea Monti, capogruppo della Lega Nord in consiglio provinciale.

Proprio sul tema sicurezza, sollevato da Monti, è voluto tornare anche il primo cittadino limbiatese De Luca che ha posto la condizione “Sicurezza” come basilare a fronte dell'ospitalità, soprattutto in considerazione del fatto che accanto alla struttura della Provincia c'è una scuola superiore.

In cambio di questo impegno che il comune si assume a livello provinciale ospitando il primo mini hub del territorio l’amministrazione ha chiesto alla Provincia di sistemare la viabilità dell'area adiacente alla scuola (con la realizzazione del marciapiede) e di utilizzare in comodato d'uso gratuito alcune strutture libere di proprietà provinciale a Mombello, come ad esempio il Focolare e gli appartamenti di via Montegrappa, per metterli a disposizione dei cittadini limbiatesi sfrattati e in difficoltà abitativa.

I profughi che arriveranno a Limbiate inoltre verranno impiegati, “nei momenti della giornata in cui saranno liberi dalle visite mediche, in lavori di manutenzione e pulizia del Cral dell'ex Antonini”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Limbiate, il baratto dell'accoglienza: il sindaco chiede spazi per l'emergenza abitativa

MonzaToday è in caricamento