Politica

M5S Lombardia, Aler necessari controlli a tappeto. Stop a ALPE

"Una realtà come quella di Aler Milano potrebbe compromettere tutte le altre"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Prendiamo atto della denuncia di Maroni e cioè che Aler Milano sarebbe a rischio di insolvenza con un debito di 80,5 milioni, risultato palese di una scellerata politica delle nomine partitiche sulle quali ha responsabilità dirette il centro-destra, Lega compresa, che hanno governato la Lombardia gli ultimi vent’anni.

Invitiamo Maroni a non esitare a percorrere qualsiasi strada per tutelare gli interessi dei cittadini lombardi; valutando eventuali azioni di responsabilità verso gli amministratori e costituendosi parte civile negli eventuali processi.

Per diminuire il debito si è parlato di taglio dei dipendenti, ma i posti di lavoro vanno preservati. Ci auguriamo che siano invece decapitate le consulenze per le quali Aler Milano spende somme astronomiche. E questo è frutto di  assunzioni per fini politici e sono i fatti di cronaca a dirlo. Sulle nomine la politica ha pesantissime responsabilità. Le nomine di favore non sono più tollerabili.

Fino a ieri l’orientamento del consiglio era quello di fare un agglomerato di Aler per creare un ente enorme di nome Alpe. Siamo davvero sicuri di voler proseguire sul progetto Alpe?

Una realtà come quelle di Aler Milano potrebbe compromettere tutte le altre. Movimento 5 Stelle chiede infine una azione di controllo  a tappeto sullo stato di salute economico finanziaria di tutte le ALER.

Stefano Buffagni, consigliere M5S Lombardia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5S Lombardia, Aler necessari controlli a tappeto. Stop a ALPE

MonzaToday è in caricamento