M5S, mutui a costo zero ai consiglieri regionali

"Non devono pagare interessi. L’emendamento è sbalorditivo" sostengono i grillini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

E’ tanta la sorpresa nel leggere  tra gli emendamenti alla proposta di legge per il presunto taglio dei costi della politica in discussione in Consiglio domani, quello proposto dal Pdl, e sostenuto da tutti i gruppi ad accezione del Movimento 5 Stelle, che, di fatto, regala mutui a tasso zero ai consiglieri regionali.

L’emendamento è sbalorditivo:  in caso di non regolarità nel rendiconto delle spese dei gruppi consiliari, e quindi di eventuali somme da ritornare alla Regione Lombardia, le stesse potranno essere restituite a rate e senza interessi.

Insomma se, per caso, siete consiglieri regionali e vi capita di farvi rimborsare le spese del matrimonio di vostra figlia con i fondi di funzionamento del vostro gruppo consiliare, e, sempre per caso, quella spesa vi viene contestata, potete restituire la somma con comode rate e senza interessi. Che cosa accadrebbe nel caso di acquisto di una casa? O di un’auto? 

L’emendamento è evidentemente irricevibile: i consiglieri andrebbero puniti con la decadenza e non premiati con i mutui a tasso zero.

E’ vero, il caldo può giocare brutti scherzi e ci auguriamo che l’emendamento venga ritirato. In aula faremo comunque tutto il possibile per tamponare la brutta legge che, ancora una volta, con l’approvazione bipartisan di centro-destra e centro-sinistra sostanzialmente perpetuerà i privilegi della casta. Aggiungendone di nuovi. 

I consiglieri regionali M5S Lombardia

I più letti
Torna su
MonzaToday è in caricamento