rotate-mobile
Politica Limbiate

Maltempo e danni, Limbiate chiede lo stato di emergenza

L'amministrazione sta avviando verifiche finalizzate al riconoscimento, presso la Regione Lombardia, dello stato di calamità naturale, con conseguente richiesta di contributo per danni subiti

A seguito delle precipitazioni eccezionali che tra lunedì 7 e martedì 8 luglio si sono abbattute sul territorio, l'Amministrazione comunale di Limbiate ha deciso di presentare alla Giunta regionale lombarda la richiesta di riconoscimento dello stato di emergenza, che potrebbe dare quindi diritto ai cittadini coinvolti di ottenere un risarcimento per i danni accertati subiti.

La situazione limbiatese è parsa meno problematica che in altri Comuni (Qui una Gallery dei danni del maltempo in Brianza).

La rete fluviale del Garbogera ha tenuto piuttosto bene e non ha causato danni, grazie anche all'attento monitoraggio dei tecnici comunali. I maggiori problemi hanno riguardato l'area al confine con Solaro, tra la via Mascagni e la via Catalani, dove il torrente Lombra, dopo aver abbattuto alcuni muri degli argini, ha allegato cantine e box.

Dalle 4 e mezza del mattino, sul posto sono intervenuti i tecnici comunali, la Polizia locale e i volontari della Protezione civile, che con le idrovore hanno effettuato un intervento massiccio, protrattosi fino al tardo pomeriggio.

E' toccato quindi a Gelsia effettuare lo spazzamento delle strade dai detriti più fini portati dall'acqua e il ritiro dei rifiuti ingombranti derivati dall'allagamento

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo e danni, Limbiate chiede lo stato di emergenza

MonzaToday è in caricamento