Politica Via Autodromo Nazionale

Gran Premio, Regione Lombardia compatta contro l'ipotesi di un addio

Dal governatore Maroni all'assessore regionale allo Sport Rossi la richiesta a un sostegno da parte del governo Renzi è unanime

Regione Lombardia è compatta in difesa dell'Autodromo.

Dopo le dichiarazioni di Bernei Ecclestone apparse martedì in un'intervista su "La Gazzetta dello Sport" che paventano un'interruzione del contratto della Formula Uno con il Gran Premio di Monza il governatore lombardo Roberto Maroni rilancia così: "Il gran premio di Monza e' patrimonio dell'Italia intera e non solo della Lombardia. Serve quanto prima una cabina di regia comune, che coinvolga il governo nazionale, per assicurare un futuro al gran premio d'Italia anche dopo il 2015: Regione Lombardia ha sempre fatto la propria parte e la farà pure questa volta, ma auspichiamo che anche il premier Matteo Renzi non si sottragga alle sue responsabilità".

A Matteo Renzi pensa anche Antonio Rossi, assessore regionale allo Sport che ha chiesto nuovamente un sostegno al governo per non perdere la competizione in Autodromo: "Se Renzi continua a tagliare i fondi alla Regione" ha dichiarato Rossi "e' difficile ipotizzare un intervento solo da parte della Lombardia. Spero che con le sue promesse, Renzi riesca ad ammaliare anche un tipo come Ecclestone". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gran Premio, Regione Lombardia compatta contro l'ipotesi di un addio

MonzaToday è in caricamento