Politica

M5 fino a Bettola: "Bisogna intervenire prima che cambi il progetto"

La richiesta del Comitato San Fruttuoso 2000 di fronte all'intenzione manifestata dal governo di dare la precedenza al prolungamento della M5 da San Siro verso Settimo e Figino piuttosto che verso Monza Bettola

Se n'è parlato tanto e, proprio nel momento in cui il progetto sembrava trasformarsi in realtà, le carte per il prolungamento della M5 fino a Monza si sono mescolate nuovamente.

La ferrovia metropolitana M5 che nei documenti del Protocollo d'Intesa originario del 1999 viene denominata "Monza Metropolitana", con l'intento manifesto di collegare la stazione Garibaldi di Milano al capoluogo brianzolo, ora rischia di non approdare mai a Monza.

A far risuonare un campanello d'allarme su quanto sta accadendo in questi ultimi giorni è il Comitato San Fruttuoso 2000, l'associazione che da sempre si batte per portare la metropolitana in Brianza e che ha recentemente lanciato una petizione per sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni. Secondo quanto riferito dal governo giovedì scorso attraverso il sottosegretario Umberto De Caro in risposta a una interrogazione sul tema presentata dal deputato brianzolo della Lega Nord Paolo Grimoldi la precedenza per il prolungamento della M5 andrebbe alla tratta che da San Siro conduce a Settimo e Figino mentre per vedere la linea da Garibaldi a Monza Bettola bisognerà ancora aspettare.

"Oggi c’è il tentativo di stravolgere completamente il senso originario del progetto e di “scippare” questa linea alla nostra città estendendola invece verso il nord-ovest urbano di Milano" spiega un comunicato dell'associazione in merito alla possibilità che l'interscambio a Bettola tra M1 e M5 non si verifichi. 

Tra le motivazioni addotte dal governo per giustificare la necessità di cantierizzare prima la tratta che da San Siro si dirige verso Figino c'è l'individuazione di un'area precisa per il deposito treni, elemento questo che il Comitato San Fruttuoso sottolinea essere già presente anche nei documenti ufficiali del progetto che riguarda Monza. 

"Abbiamo apprezzato i nuovi passi che il sindaco di Monza Scanagatti ha compiuto in questi giorni nei confronti della Regione Lombardia per sollecitare sia la realizzazione della M5 da Bignami a Bettola sia la progettazione da Bettola fino a Villa Reale e Ospedale a nord di Monza" spiega Isabella Tavazzi, portavoce dell'associazione HQ Monza, che aggiunge anche, "E' ora che Monza batta i pugni sul tavolo e si chiarisca presso il Ministero delle Infrastrutture ma anche con il Comune di Milano". 

Ad sollecitare il sindaco della città di Monza a una dura presa di posizione sul tema con un attacco è stato il segretario cittadino della Lega Nord, Federico Arena (Leggi qui)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5 fino a Bettola: "Bisogna intervenire prima che cambi il progetto"

MonzaToday è in caricamento