menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fraterrigo (al centro) e Greco (seconda da destra)

Fraterrigo (al centro) e Greco (seconda da destra)

MIDATT: nasce a Monza la prima lista civica al femminile

Una conferenza stampa questa mattina ha presentato il nuovo movimento. "Siamo apartitiche e contro le quote rosa". Presidente è Tiziana Fraterrigo, medico ed ex Pdl

MONZA - Si definiscono "tradite" dal Pdl e apartitiche.  La politica? Va intesa unicamente come cura della polis. E naturalmente,  no alle quote rosa, perché la rappresentanza femminile nelle istituzioni  non va imposta per legge.  Parte da Monza , ma vuole uscire dalla Brianza il MIDATT,  Movimento Italiano Donne Attive in Politica. La presentazione questa mattina nel corso di una conferenza stampa all'Hotel della Regione.

L'IDEA - Sull'onda del successo delle liste civiche nella recente tornata elettorale, il movimento  punta a presentarsi agli elettori già alle  elezioni politiche del 2013. I nomi sono abbastanza noti sul territorio: presidente è Tiziana Fraterrigo, medico e candidata col Pdl alle provinciali del 2009, vice presidente Daniela Greco, avvocato impegnato nel sociale. Assieme a loro hanno preso parte alla mattinata anche Katia Fiorelli, Alessandra Indiano e Tanja von Maerzthal. Gira voce che possa esserci Silvio  Berlusconi  in persona dietro l'iniziativa di questo gruppo di donne, lo stesso Berlusconi che qualche settimana fa invitò ad Arcore Paolo Piffer (candidato sindaco delle civica CambiaMonza) per capire come si vincono le elezioni nell'anno di grazia 2012. Loro smentiscono decisamente. "Non chiediamo agli uomini politici atti di responsabilità, chiediamo loro solo di farsi da parte, almeno per il momento - spiega Fraterrigo - Abbiamo un progetto che mira alla valorizzazione delle differenze, anche di quelle su base regionale, secondo il modello svizzero" . Un modello che prevede una confederazione di stati  e il ricorso esteso alla democrazia diretta. 

IL "PAGLIA" - Idee care a Giancarlo Pagliarini, simpatizzante  vip che ha inviato una lettera di sostegno. Pagliarini, leghista della prima ora e seguace di Gianfranco Miglio, nel 2008 è passato a La Destra di Storace; dal maggio 2011 quindi  è segretario dell'Unione Federalista,  entità politica che si propone di "promuovere una libera federazione di movimenti indipendenti che credono nell'idea federalista di contratto politico e nella necessità di trovare un equilibrio tra democrazia diretta e rappresentativa basata sulla nozione di sovranità dei cittadini sui governanti". Parole che si adattano perfettamente al Midatt, ma che potrebbero senza troppa difficoltà stare in bocca anche all'ex premier di Arcore, da sempre attento alle novità e interessato a dare alla sua creatura una veste che le consenta di sopravvvivere alla crisi della “vecchia politica”.

OBIETTIVI - Ad ogni modo si tratta, per il momento, di discorsi prematuri. Dopo la presentazione di questa mattina,  adesso  è il momento di fare le cose,  di prendere contatti, di percorrere chilometri, insomma di scendere in campo per centrare l'obiettivo del 2013. Il consenso in  politica si costruisce  sul territorio, e sempre giorno per giorno. Il laboratorio monzese potrebbe servire da modello per altre esperienze del genere in tutta Italia, ma anche finire in un fuoco di paglia. Sarà vera gloria? Ai posteri l'ardua sentenza.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento