La Milano-Meda da superstrada a strada "saponetta": "Servono interventi"

La proposta del consigliere provinciale della Lega Nord Andrea Monti

Uno degli ultimi incidenti avvenuti nel tratto brianzolo (FB/M. Freri)

Un flusso di traffico che conta decine di migliaia di veicoli in transito ogni giorno e una triste fama. La Milano-Meda oltre a essere una delle arterie più trafficate della Lombardia adesso, secondo il consigliere provinciale Andrea Monti, si è trasformata anche in una strada "saponetta", altamente pericolosa.

"Fino a qualche settimana fa a spaventare era solo la possibilità, divenuta ormai certezza, di ritrovarsi a percorrere quella manciata di chilometri che ti separano da Milano, a passo d’uomo. Ora incombe un altro pesante rischio, quello di poter perdere inaspettatamente il controllo della propria vettura, uscire fuori strada o peggio ribaltarsi in rovinosi cappotamenti" scrive Monti che ha depositato addirittura una interrogazione urgente sul tema al Presidente della Provincia Gigi Ponti.

"Ieri, martedì 22 novembre, una paurosa uscita di strada alle ore 12, all’altezza del curvone di Meda, direzione Como. Poi in tarda serata, questa volta in direzione Milano, addirittura una doppia carambola, sempre nel tratto tra le curve di Lentate e quella di Meda. E da giorni il bollettino è ormai simile, con una sequenza di uscite di strada davvero sospetta" ha scritto sul proprio blog l'esponente del Carroccio brianzolo.

Secondo il consigliere della Lega Nord "una scia così lunga di rovinose uscite di strada, come mai si erano registrate in passato, non può essere imputata semplicemente ad imperizia, disattenzione o all’elevata velocità" e per questo motivo il consigliere provinciale ha sollecitato l'ente, chiedendo interventi di amnutenzione e messa in sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"È necessario che la Provincia di Monza e Brianza si adoperi immediatamente per segnalare in maniera evidente, soprattutto nelle giornate di pioggia, la pericolosità di quel tratto stradale agli automobilisti. Si potrebbe piazzare, ogni volta che comincia a cadere la pioggia, un furgone dotato di display luminoso in prossimità del tratto incriminato, dove si invita a rallentare a causa della scarsa aderenza. Poi si dovrà intervenire con una verifica dello stato di usura e il prima possibile riassaltare completamente i tratti incriminati" ha spiegato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento