Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Poche donne in giunta? Scanagatti: "Non accettiamo lezioni nè diffide"

Il neosindaco di Monza risponde a muso duro all'iniziativa del Midatt che annunciava l'invio di cinque lettere di diffida ad altrettanti comuni brianzoli, tra cui il capoluogo

MONZA – Sono 3 su 9 le donne nella giunta comunale di Monza, " e tutte con ruoli di peso: una è vicesindaco e assessore alle politiche sociali, le altre due ricoprono il ruolo di assessore al Bilancio e di assessore alle Politiche culturali e di sostenibilità. Su questo tema non accettiamo lezioni o diffide. In più, il consiglio comunale ha eletto un presidente donna”. A parlare è il sindaco del capoluogo Roberto Scanagatti, che risponde a muso duro all'iniziativa del Midatt (Movimento Italiano Donne Attive in Politica) che ieri ha annunciato l'invio di cinque lettere di diffida al altrettanti comuni brianzoli recentemente "colpevoli" di aver riservato poco spazio alle donne in Giunta. “Siamo ancora lontani dalla parità di genere auspicata da tutti, si può fare di più e lo faremo - conclude: sarà uno dei nostri compiti contribuire a promuovere, per quel che compete al Comune, iniziative tese a rimuovere gli ostacoli che purtroppo ancora oggi impediscono alle donne di partecipare alla vita pubblica attiva”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poche donne in giunta? Scanagatti: "Non accettiamo lezioni nè diffide"

MonzaToday è in caricamento