Maroni replica a Bossi: "La linea la fa il segretario"

MONZA - Roberto Maroni si è fermato a parlare con i giornalisti arrivando nella sede leghista di via Bellerio ( Milano) per la riunione del Consiglio federale in cui ha spiegato che oltre alla vicenda Formigoni verranno "messe a punto le modifiche allo Statuto da portare al congresso di sabato e domenica". Si tratta, ha aggiunto l'ex ministro dell'Interno, di "un aggiornamento organizzativo interno rispetto al passato". Al Congresso federale di Assago, Maroni sarà candidato alla segretaria federale ma ha detto che oggi non formalizzerà ancora la candidatura. Sulle recenti dichiarazioni di Umberto Bossi alle festa della Lega di Ceriano Laghetto, che ha specificato che il suo ruolo di presidente sarà comunque di peso e non solo onorario, Maroni ha concluso puntualizzando che "nella Lega bisogna fare più di quanto è stato fatto in passato, un gioco di squadra, poi però la linea politica viene definita come giusto che sia dal segretario".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento