L'ultima di Bossi: "Alessandro Manzoni? Una canaglia"

Il leader lumbard attacca lo scrittore dei Promessi Sposi e della Monaca di Monza. "Si è venduto ai Savoia"

Umberto Bossi

MONZA - Alessandro Manzoni? "Un grande traditore, una canaglia che lavorava per i Savoia". Il commento critico sul grande scrittore milanese è di Umberto Bossi, che alla festa della Lega di Corgeno, in provincia di Varese, si è esibito in una erudita disamina letteraria. Lo scrittore dei Promessi Sposi e della monaca di Monza,  nelle parole del fondatore della Lega,  si sarebbe venduto alla volontà del re  Savoia, che gli chiedeva di trovare una lingua che "unificasse" l'Italia. Ai posteri  l'ardua sentenza...

GUARDA IL VIDEO

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento