Il boom del M5S: 4 elettori su 6 vengono da sinistra

Lo rivela un sondaggio del Censis. Il partito di Beppe Grillo è letale per la coalizione di Bersani, mentre solo il 10% degli elettori a 5 stelle si definisce di destra

MONZA - Da dove viene il boom del partito a 5 Stelle? Per tentare qualche risposta il Censis ha intervistato 443 persone tra i partecipanti al comizio di chiusura di Beppe Grillo, svoltosi a Piazza San Giovanni il 22 febbraio. I dati che emergono dal sondaggio sono piuttosto interessanti: confermano cioè una tendenza già nota, ma che non ci si aspettava in queste proporzione. Il 40,6% dei partecipanti al comizio di Grillo in piazza San Giovanni il 22 febbraio si definisce di sinistra o centrosinistra, il 10% di destra o centrodestra, il 48,6% dice di non avere collocazione politica.

Il boom del Mov. a 5 Stelle sarebbe dunque esiziale per il centrosinistra italiano, mentre per il centro destra l’utile sarebbe tutto sommato minore che il danno, considerando che le preferenze che Grillo toglie (sempre in via ipotetica) ai diretti avversari sono più di quante ne sottrae al centro destra stesso.

Il sondaggio del Censis non si limita alla collocazione politica, ma permette di tracciare un identikit piuttosto preciso dell’elettore a 5 stelle. Fra gli intervistati, alle elezioni politiche del 2008 il 27,5% si era astenuto, il 25,3% aveva votato Pd, il 14,5% l'Italia dei valori e il 10,5% il Pdl (il 70% dei partecipanti al comizio proveniva da Roma e Lazio e gli elettori della Lega non erano rappresentati). Elevato il livello d'istruzione dei simpatizzanti grillini, con il 29,1% di laureati e il 56% di diplomati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli occupati fra gli intervistati sono il 57,9%, i disoccupati il 13,6%, gli studenti l'11,6%, i pensionati il 10,4%, le casalinghe il 5,3%. Fra gli impiegati la maggior parte ha impieghi a tempo indeterminato nella pubblica amministrazione (26,6%) e presso imprese private (30,6%) I lavoratori autonomi sono il 27,6%, i precari l'11,2%. Molti sono quelli che hanno vissuto all'estero (24,2%). Internet e social network sono i principali strumenti di informazione e comunicazione col movimento per i grillini di piazza San Giovanni(65%). Solo il 2,1% dichiara però di aver partecipato a consultazioni online.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verano Brianza, Sofia uccisa a 25 anni da ubriaco mentre attraversa la strada

  • Cesano Maderno, uomo investito mentre attraversa la strada: è gravissimo

  • Auto esce fuori strada e si schianta contro colonnine del benzinaio poi si ribalta: ferite due ventenni

  • Coronavirus, spostamenti e vacanze: cosa si può fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Incidente stradale a Verano Brianza, travolge e uccide ragazza di 25 anni

  • La notte dell'eclissi di luna fragola: ecco quando ammirarla a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento