Fare, le dimissioni di Giannino. "Inoffensive ma gravi balle private"

Il leader si è dimesso nel pomeriggio di mercoledì. Giannino resta comunque candidato premier di Fare.

Oscar Giannino

MONZA - Oscar Giannino si è dimesso da presidente di Fare per Fermare il Declino.  L'annuncio in un tweed. "Dimissioni irrevocabili in direzione. I danno su di me per inoffensive ma gravi balle private non devono nuocere a Fare 2013". Ora il partito si trova decapitato a quattro giorni dalle elezioni, nonostante la pronta sostituzione con l'avvocato Silvia Enrico. Giannino resta comunque candidato premier di Fare. 

LA POLEMICA - Le dimissioni sono arrivate per le polemiche seguite all'uscita di scena di Luigi Zingales, docente a Chicago. Zingales aveva dichiarato di aver fatto un passo indietro perchè si era reso conto che Giannino non aveva mai conseguito il master in economia a Chicago di cui aveva parlato in alcune interviste. "Abbiamo preso atto con tristezza del passo indietro che Oscar Giannino ha fatto e che era inevitabile» ha commentato il candidato presidente di Fare alle Regionali in Lombardia Carlo Maria Pinardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento