"Effetto Pedemontana", code aumentate lungo la Milano-Meda

“Purtroppo ciò che temevamo e che avevamo più volte denunciato si è puntualmente avverato" commenta Gigi Ponti, Presidente della Provincia di Monza e Brianza

Immagine di repertorio (Twitter)

Il primo bilancio a un mese dall’apertura della tratta B1 di Pedemontana per la provncia di Monza e Brianza, come da pronostici, è negativo.

A circa 30 giorni di distanza dal taglio del nastro sulla nuova tratta lungo la Milano-Meda il traffico è aumentato e a confermarlo, oltre all’esasperazione dei numerosi automobilisti che ogni giorno percorrono la superstrada, ci sono le osservazioni dei tecnici della Provincia, che hanno filmato il traffico bloccato e le code negli orari di punta.

“Purtroppo ciò che temevamo e che avevamo più volte denunciato si è puntualmente avverato - commenta preoccupato Gigi Ponti, Presidente della Provincia MB – e la Milano-Meda è diventata una strada sempre più infernale, dalla quale gli automobilisti tentano di fuggire”. I tecnici della Provincia sono stati al lavoro a partire dal 28 ottobre 2015 (prima della entrata in esercizio della B1 su Mi-Meda) e dal giorno successivo all’inaugurazione della nuova tratta, il 6 novembre 2015 in un fascia oraria tra le 7.57 e le 9.05 del mattino.

“Le testimonianze raccolte, pur non costituendo dati scientifici validati da metodi di calcolo riconosciuti, consentono di affermare l’evidenza derivante dall’esperienza: gli incolonnamenti mattutini, rispetto a quanto accadeva nella situazione pre-B1, sono arretrati di circa 2 km (da Cesano a Seveso mediamente), con episodi, non rari, fino a poco prima dello svincolo di Meda” spiegano da via Grigna. E, a tutto questo, i rilievi effettuati dai tecnici portano all’attenzione anche code in direzione Sud negli orari serali che prima non si verificavano, a partire da Seveso fino alle porte di Milano, in corrispondenza con l’ingresso alle tangenziali.

“Così un’infrastruttura che normalmente dovrebbe concorrere a rendere competitivo un territorio vivace come la Brianza, si sta trasformando giorno dopo giorno in un handicap per le nostre imprese e per i tanti lavoratori che tutti i giorni la percorrono” ha concluso il presidente Ponti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento