"No alla lunga mano di Pisapia a Monza"

Martina Sassoli, consigliere comunale di Forza Italia, dopo il consiglio di giovedì ha lamentato l'assenza di disponibilità al dialogo da parte della maggioranza del Partito Democratico

"A Monza vorremmo che siano i nostri eletti a prendere le decisioni, non Pisapia".

Ha spiegato così Martina Sassoli consigliere di Forza Italia il diverbio nato in consiglio comunale a Monza in merito alla votazione dell'ordine del giorno relativo costituzione di un'agenzia unica per il trasporto pubblico di Monza, Pavia, Lodi e Milano.

"Ieri sera, in consiglio comunale, la maggioranza del PD ha dimostrato ancora una volta miopia politica e incapacità di dialogo con la minoranza" ha aggiunto la Sassoli.

"Il voto contrario con cui la maggioranza ha bocciato l'ordine del giorno da me presentato e sottoscritto da quasi tutti i gruppi di opposizione è la dimostrazione di come il Partito Democratico gestisca il bene pubblico meramente su basi ideologiche".

Ciò che Martina Sassoli ha contestato è stata l'eccessiva sproporzione nella determinazione delle quote di partecipazione tra Comune e Provincia.

"In questa situazione di incertezza istituzionale, a partire dal 2015, in virtù della Legge Delrio, le quote del Comune e della Provincia milanese potrebbero concentrarsi nelle mani di una sola persona, portando quindi il Sindaco di Milano (in qualità anche di Sindaco Metropolitano) a detenere il 62,2% delle quote dell'Agenzia che ha il compito di determinare tariffe, servizi e investimenti del trasporto pubblico monzese" ha spiegato la consigliera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Chiedevamo solamente un impegno, una parola d'onore con cui la Giunta confermasse l'intenzione di salvaguardare l'interesse dei monzesi. Un impegno di buon senso che, però, ha trovato il parere negativo della Giunta e di tutta la maggioranza consiliare" ha concluso Martina Sassoli "Dal 1 gennaio 2015, quindi, Milano avrà il 62,2 % delle quote del trasporto pubblico di Monza. Paradossalmente, Pisapia potrà dunque fare danni anche qui, con il beneplacito della Giunta. Questo è il PD che governa la nostra città". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento