Politica

Primarie, i "distinguo" della Federazione della Sinistra

Il partito della sinistra radicale, che aveva presentato Francesco Beretta, è soddisfatto del risultato del suo candidato ma sottolinea che il dato di affluenza poteva essere ancora più ampio

La Federazione della Sinistra di Monza, che aveva candidato Francesco Beretta alle primarie, pone qualche perplessità sui toni trionfanti del Partito democratico in seguito ai risultati. Un comunicato del partito fa notare che alle primarie per l'elezione del segretario nazionale del Pd parteciparono quasi 6mila elettori. "Ci si aspettava, essendo primarie di coalizione, una partecipazione ancora più ampia, invece ci si è fermati a 4.035 elettori".

A partire da questo dato, la Fds sostiene che i più di mille voti andati a Beretta, Appiani, Pioltelli e Riboldi "fanno arrivare i tre candidati ufficiali del Pd molto al di sotto delle loro aspettative".

"In questo pantano - continua la nota della Fds - emerge il risultato limpido di Francesco Beretta. Una campagna elettorale sobria, sui contenuti e le proposte per il futuro della nostra città. Sostenuto da un un gruppo di militanti della sinistra storica monzese con e senza tessere di partito, ma anche da tanti giovani, con l'unico obiettivo di portare nel dibattito del centro sinistra elementi di forte radicalità per dare il senso di una profonda discontinuità fra l'attuale amministrazione e quella futura".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie, i "distinguo" della Federazione della Sinistra

MonzaToday è in caricamento