Politica Centro Storico

Primarie Pd, nessun escluso: c'è posto per tutti nella corsa al Parlamento

A poche ore dalla consultazione del 29 e 30 dicembre, i numeri parlano chiaro: sul carrozzone saranno imbarcati proprio tutti

MONZA - Facciamo pure le primarie: tanto poi a casa non ci resta nessuno. Il motivo? I posti a disposizione in Lombardia sono più dei candidati: 145 contro 102. I conti li ha fatti Repubblica.  In una analisi pubblicata nell'edizione online il quotidiano di Ezio Mauro spiega come le consultazioni del 29 e 30 dicembre serviranno a decidere solo l'ordine di presentazione in lista, fondamentale con il sistema elettorale vigente (il cosiddetto Porcellum).

PRIMARIE PD E SEL A MONZA: LO SPECIALE

Non solo: c'è una quota di candidati decisi direttamente dalla segreteria nazionale: il 10%, che su 145 posizioni disponibili in Lombardia fanno circa 14. Nessuno sa ancora chi siano, ma presumibilmente occuperanno le primissime posizioni. Dulcis in fundo, sarà la segreteria del partito a decidere se candidare alla Camera o al Senato i partecipanti alle primare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd, nessun escluso: c'è posto per tutti nella corsa al Parlamento

MonzaToday è in caricamento