Sì all'accoglienza nel vecchio ospedale San Gerardo a Monza: la votazione in consiglio

Lunedì sera in aula è stata votata la mozione avanzata dal Partito Democratico per destinare all'accoglienza dei richiedenti asilo parte dei locali del vecchio San Gerardo

Poco dopo le 22 di lunedì sera il consiglio comunale di Monza ha approvato con venti consiglieri favorevoli e otto contrari la mozione proposta dal Partito Democratico numero 945 in merito alla decisione di destinare parte dei locali del vecchio ospedale San Gerardo di Monza all'accoglienza dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale attualmente presenti in via Asiago.

Il testo impegna "la presidenza del consiglio comunale, il sindaco la giunta a sollecitare il signor Prefetto ad attivare una politica di governance applicando una clausola di salvaguardia che renda esente il comune di Monza dall'attivazione di ulteriori forme di accoglienza in considerazione del già raggiunto numero di presenze in città". Alla luce della mozione il Partito Democratico chiede a Regione Lombardia di autorizzare la Direzione della ASST San Gerardo all'utilizzo della struttura del vecchio ospedale di Monza San Gerardo (Padiglioni ex Università) in modalità d'uso temporanea per consentire di risolvere il problema di sovraffollamento presente in via Asiago". Secondo quanto indicato nel documento la ricollocazione delle persone attualmente ospitate in via Asiago avrà carattere "temporaneo in attesa di una loro redistribuzione sul territorio con la modalità dell'accoglienza diffusa". 

La votazione avvenuta in aula lunedì sera si è conclusa con l'approvazione della mozione ma la decisione non è stata esente da polemiche. Già alla vigilia della votazione in consiglio, lunedì, contro l'accoglienza nel vecchio ospedale si era espressa la Lega Nord tramite il segretario cittadino del Carroccio Federico Arena.

 "Il nostro non è un no a priori ma un no largamente motivato. La mozione proposta dal PD è prima di tutto poco credibile, la maggioranza cittadina propone infatti di spostare solo temporaneamente i richiedenti asilo di via Asiago all'interno dell'ospedale vecchio. Ci chiediamo se siano a conoscenza dello stato semi fatiscente dell'ospedale vecchio e quindi delle decine di migliaia di euro che andrebbero investite per mettere a norma la struttura, chi, secondo loro, dovrebbe pagare per la messa a norma? Sarebbe impossibile rientrare in un simile investimento con una collocazione temporanea dei soli richiedenti asilo di via asiago , nella migliore delle ipotesi assisteremmo dunque ad uno spreco di denaro, nella peggiore vedremmo invece diventare l'ospedale vecchio un hub con centinaia di immigrati che invaderebbero letteralmente il quartiere" ha spiegato Arena.

Ma la soluzione del vecchio ospedale per il Partito Democratico è l'unica "immediata" per risolvere la situazione di via Asiago che rappresenta "una emergenza a cui bisogna rispondere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La dea bendata bacia la Brianza: con un Gratta e Vinci porta a casa 20 mila euro

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Marito e moglie, sposati da oltre 60 anni, muoiono di covid lo stesso giorno a Monza

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento